Sport
0

Alto Garda, è tempo di BVG Trail

Alto Garda, è tempo di BVG Trail

GARGNANO – Unico, duro, spettacolare. È il percorso della Bvg Trail che si ripropone per la quarta edizione ai nastri di partenza sabato 8 aprile.

Palcoscenico naturale l’Alto Garda, sponda bresciana, da Salò a Limone, dove i monti affondano solide radici in acqua, a lago. Qui si snoda la Bassa Via del Garda, percorso che porta il nome di Roberto Montagnoli, che fu editore e fondatore della Grafo. Per affrontarlo di corsa ci vogliono gambe, polmoni e cuore. Doti che non mancano agli atleti “grandi firme”, annunciati alla partenza sui tre percorsi diversi per lunghezza, come del resto a ciascuno dei componenti del gruppone degli oltre 600 iscritti che hanno fatto giungere adesioni anche dall’estero. Da Stati Uniti, Canada, Francia, Germania, Corea, Ecuador. Una squadra intera di undici forti ultramaratoneti  è annunciata in arrivo dall’Ungheria.In tutto venti le bandiere delle nazioni rappresentate. Non poco.

Lo testimonia la caratura di alcuni fra i partenti, tra i quali non si può trascurare la presenza di outsider in arrivo da oltre frontiera. Per i nostri, tra i più attesi, il bergamasco Carlo Salvetti (Bergamo Stars Atletica), campione italiano di Ultra Trail nel 2015 e vincitore di numerose gare su lunga distanza. Poi, il trentino Luca Miori, recente secondo all’Aim Energy Ultra Trail di Malo (Vi). Ancora, Nicola Bassi, 30enne mantovano di Castiglione delle Stiviere, primo lo scorso anno a Ponte di Legno alla Grande Corsa Bianca, al pari della sua compagna Marta Poretti (Oxiburn Team), ultramaratoneta di Busto Arsizio protagonista di molte vittorie. Tra le favorite in quota rosa Lisa Bonzani, 37enne bancaria padovana, vittoriosa nel prestigioso Tor del Géants 2016, “regina del Monte Bianco” sul traguardo di Courmayeur.

Salò, la partenza della Bvg Trail 2016.

Salò, la partenza della Bvg Trail 2016.

Bvg Trail Alto Garda cresce. Frutto del pratico fare come del desiderio disinteressato di far conoscere questa parte del territorio gardesano: questi gli obbiettivi dichiarati dal Comitato organizzatore, coordinato dal gargnanese Franco Ghitti. Anima della macchina dei promotori che comprende Trail Running Brescia, Gc Montegargnano e il “suo” Gruppo escursionistico La Variante.

“Il percorso che si snoda solitamente in diverse tappe – sottolinea Ghitti – è davvero unico. Agli uliveti si alternano creste rocciose, forre, cascate, passaggi in quota. Uno spettacolo naturale che merita di essere conosciuto. Lo si può percorrere in più giornate, da semplici escursionisti, toccando punti significativi. Antichi santuari, piccoli borghi, tratti sterrati che sembrano usciti dal pennello di un impressionista”.

Anche per questa edizione tre i percorsi su cui saranno impegnati gli atleti. Come pure su altro versante i 350 volontari dispiegati sul fronte della segnalazione del percorso come su quelli della sicurezza e del soccorso. Mobilitazione generale che ha trovato risposte solidali da numerosi Gruppi e Associazioni del territorio. Il programma prende avvio venerdì 7 aprile, alle 17, nella piazzetta di Bogliaco, al Porto Vecchio, con l’inizio della consegna dei pettorali, seguita alle 19.30 dal Pasta Party gratuito (solo per atleti iscritti).

Sabato 8 il grande giorno: a Salò, alle 7, davanti al Palazzo dei Provveditori, sede del Municipio, via alla Bvg Trail, 75 chilometri (dislivello positivo 4400 mt) con arrivo a Limone.

Alle 8, sempre a Salò, bandierina alzata per la Bvg Run (25 km, d+950) con traguardo a Bogliaco. Da qui, alle 12.30, partiranno gli atleti iscritti alla Bvg Marathon (50 km d+3450), con traguardo a Limone, allo Stadio comunale, in via Fasse. Lungo il percorso punti di passaggio, dove sarà possibile assistere alla fatica degli atleti, sono fissati a San Michele di Gardone Riviera, alla Parrocchiale di Gaino (Toscolano Maderno), nella piazzetta del Porto Vecchio di Bogliaco, alla baita degli Alpini di Briano (Gargnano), a Muslone (Gargnano), a Prabione e Aer in quel di Tignale, a Pregasio e Ustecchio in territorio di Tremosine.

Alle 9 previsti i primi passaggi degli atleti del Trail a Bogliaco, dove alle 10 si concluderà la fatica dei partecipanti alla Run. A Limone l’arrivo dei primi atleti del lungo di 75 km è atteso intorno alle 15, per la Marathon intorno alle 17.30. Premiazioni, nell’ordine, alle 12.30 a Bogliaco per la Run, per le più lunghe alle 20 a Limone.

Bvg Trail è, tra l’altro, una delle tre prove valide per il Trofeo Regioni di Iuta (Italian Ultramarathon and Trail Association) e gli atleti potranno acquisire punti per partecipare all’Ultra Trail del Monte Bianco. La Run concorre al Criterium Regionale Uisp, mentre Trail e Marathon fanno parte anche quest’anno del Circuito dei Tre Laghi.

Un’avventura sportiva tutta da vivere e seguire. Fra i punti strategici da affrontare, la Discesa del Luf da Briano a Muslone, il passaggio sulla cresta del monte Bestone ed il tratto da Dalco all’arrivo di Limone. Il piatto è servito. L’Alto Garda è pronto. Va in scena lo spettacolo: è tempo di Bvg Trail.

bvg trail

Panorami da sogno lungo il percorso della BVG Trail.

Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • rss
  • mail

Scritto da: redazione GardaPost