Agenda
0

Empatia vs omofobia: l’arte unisce la città

Empatia vs omofobia: l’arte unisce la città

BRESCIA – L’associazione Donne di Cuori e il Comitato Brescia Pride presentano la mostra «Empatia Vs Omofobia» realizzata da studenti del liceo artistico “Olivieri”.

La mostra è organizzata in collaborazione con Amnesty International Brescia e con il patrocinio della Provincia di Brescia.

L’inaugurazione è in programma mercoledì 10 maggio alle 17.30 al Museo Ken Damy di Brescia (Corsetto S. Agata, 22,piano terra). Il programma prevede: presentazione della mostra realizzata da studenti del liceo artistico “Olivieri” (corso diurno e serale) accompagnati dalla professoressa Dania Zanotto e degli eventi correlati, infine un momento conviviale con aperitivo.

Gli organizzatori hanno «immaginato e proposto una mostra di opere di arte visiva (fotografie, dipinti, lavori di grafica e di comunicazione, installazioni) a tema, con l’obiettivo di sensibilizzare la collettività al rispetto e all’inclusione, contrastando ogni forma di bullismo e di omofobia. Con soddisfazione, grazie alla disponibilità del museo Ken Damy, possiamo ora condividere con la città – continuano gli organizzatori – il prodotto del lavoro svolto da alcuni studenti e studentesse che con passione hanno raccolto il nostro invito».

I lavori saranno esposti per il periodo di un mese (dal 10 maggio al 10 giugno) con apertura giovedì, venerdì e sabato dalle 15:30 alle 19:30.

Il Comitato Brescia Pride 2017 (www.bresciapride.it), nato dalla volontà di 5 associazioni della nostra provincia (Pianeta Viola, Donne di Cuori, Equanime, Caramelle in Piedi Italia, Chiesa Pastafariana Italiana), ha come proprio motto: #unirelacittà, perché è stata individuata l’esigenza di coinvolgere Brescia nella sua interezza in un progetto di crescita civile; il desiderio è quello di sensibilizzare e di dare vita assieme a buone pratiche che mettano al centro il riconoscimento, il rispetto e la valorizzazione di tutte le varie forme di diversità affinché divengano occasione di arricchimento sociale e culturale.

Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • rss
  • mail

Scritto da: redazione GardaPost