News dai comuni
0

Motoscafi a tutto gas nel golfo di Salò, scattano i controlli

Motoscafi a tutto gas nel golfo di Salò, scattano i controlli

SALÒ – Tolleranza zero verso chi non rispetta i limiti di velocità in acqua nel golfo di Salò. Controlli della Guardia Costiera con strumentazione laser.

L’iniziativa è promossa dall’assessore comunale alla Protezione Civile, Aldo Silvestri, che rende noto che «nelle giornate di sabato 12 e lunedì 14 agosto nel golfo di Salò verranno effettuati controlli straordinari da parte della Guardia Costiera in collaborazione con la Polizia Locale di Salò».

«Nello specifico – spiega silvestri – personale a terra verificherà il rispetto della velocità dei natanti mediante l’utilizzo di apparecchiatura laser. Tali controlli avranno lo scopo di stroncare comportamenti scorretti che spesso mettono in pericolo le numerose squadre nautiche salodiane nonché i turisti e bagnanti che vogliono godersi il tranquillo specchio d’acqua benacense».

Cosa dice la legge sulla navigazione sul Garda?

Sulle acqua gardesane la velocità non può superare il limite di massimo di 20 nodi nelle ore diurne e di 5 nodi in quelle notturne. In ogni caso – dice la legge – la velocità va regolata in funzione delle condizioni del momento, tenendo conto della densità del traffico, della distanza di arresto, della visibilità e dello stato del lago, in modo da non costituire pericolo.

Ricordiamo inoltre che la navigazione a motore è consentita oltre i 300 metri dalla riva. Alle barche a motore è consentito l’attraversamento della fascia costiera per l’approdo e la partenza purché la manovra sia effettuata perpendicolarmente alla costa, a una velocità non superiore ai 3 nodi. La fascia di protezione è ridotta a 150 metri nei tratti costieri dei golfi di Salò e della Romantica a Manerba, intorno all’isola del Garda e asll’estremità del promontorio di Sirmione-Punta Grotte.

La motovedetta della Guardia Costiera.

La motovedetta della Guardia Costiera.

Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • rss
  • mail

Scritto da: redazione GardaPost