Sport
0

La Centomiglia si tinge di rosa con il ritorno di Giulia Conti

La Centomiglia si tinge di rosa con il ritorno di Giulia Conti

LAGO DI GARDA – Giulia Conti torna a regatare un anno dopo l’ultima gara in Brasile, in occasione della sua quarta Olimpiade. La quattro volte olimpica sarà al timone del maxilibera Clandesteam.

Giulia regaterà in occasione del Trofeo Gorla (2-3 settembre) e Centomiglia (9-10 settembre). Sarà lo skipper di “Clandesteam” (www.facebook.com/ClandesTeamGarda), il monocarena argentato firmato da Umberto Felci, sette volte primo nel trofeo conte Alessandro Bettoni.

Giulia sarà impegnata per il traguardo del trofeo che ricorda Giacomo Garioni, riservato ai  monocarena. Come avversari arriveranno gli ungheresi di “Raffi.Ca”, detentori dell’importante e prestigioso traguardo della gara a tutto lago, più “Principessa“, armo più volte nell’albo d’oro.

La Conti torna così sul Garda dove si è allenata per preparare le sue partecipazioni a 4 Olimpiadi (Atene, Pechino, Londra, Rio), dove ha costruito la sua carriera che vanta il titolo Mondiale nell’Fx del 2015, anno in cui ha vinto Europeo ed Italiano, altri due titoli Europei meritati con il doppio del 470, quello dei giovani con l’Optimist.

Giulia – la velista italiana che ha preso parte a più Olimpiadi dopo la Sensini e quella che ha vinto di più, sempre dopo la regina del windsurf – aveva annunciato l’addio alle regate l’anno scorso, a soli 31 anni: «Di vela non si vive. E sulle barche grandi non vogliono le donne…», aveva detto.

«Quattro Olimpiadi sono pesanti – aveva detto al giornalista Maurizio Bertera in una intervista pubblicata sul Corriere della Sera (la puoi leggere qui) – ma il motivo principale è che in Italia non si può fare solo il velista, tanto più nelle classi olimpiche. Non ne parliamo proprio se sei donna».

www.centomiglia.it

Clandesteam, monocarena firmato da Umberto Felci.

Clandesteam, monocarena firmato da Umberto Felci.

Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • rss
  • mail

Scritto da: redazione GardaPost