Sport
0

CV Gargnano e Canottieri Garda insieme per il 64° Trofeo dell’Odio

CV Gargnano e Canottieri Garda insieme per il 64° Trofeo dell’Odio

GARGNANO – Due circoli storici del Garda uniranno le forze domenica 15 ottobre per una grande festa finale, la regata velica che mette in palio il Trofeo dell’Odio.

La 48°edizione del Trofeo dell’Odio del Circolo Vela Gargnano festeggerà i 126 anni della Canottieri Garda. La prova velica (che ingloba la Regata dei 3 Campanili della Canottieri) chiuderà la stagione primaverile-estiva 2017 dei due club.

Salperà dal Marina della Canottieri Garda nel golfo salodiano e si concluderà al largo dei due porticcioli a Bogliaco di Gargnano. La partenza è prevista per le 9.30 del mattino. In gara scenderanno le flotte dei Protagonist, dei Dolphin, degli Asso 99, le flotte Open e della stazza internazionale dell’Orc.

La regata dell’Odio nasce nel 1953 quando gli stranieri, in particolare i tedeschi, stavano dominando la Centomiglia. I ragazzi di Gargnano con tanta voglia di rivincita inventarono una gara dal nome “forte” (ma solo in apparenza). L’odio è la rivalità sportiva, contro l’avversario di tutta una stagione, un guanto di sfida lanciato, nel perfetto rispetto delle regole, il consueto brindisi finale per vincitori e vinti.

“Gargnano – fanno sapere dal CVG – archivia così la stagione, un trend positivo di Gorla e Centomiglia (grazie al percorso unico e le tre classifiche assolute), che, di fatto è stata la World Cup delle Long Distance con il rinnovato circuito Interlake (con i laghi di Ginevra e il Balaton). Non è ancora tempo di bilanci ma i numeri sembrano giocare a favore dei vari sodalizi sportivi lacustri, realtà che più di tutte hanno supportato il numero delle presenze turistiche di tutta la riviera bresciana grazie anche al perfetto lavoro svolto con il consorzio turistico di Garda Lombardia di cui  sia Gargnano sia la CanottieriGarda sono soci.

Dal trofeo Bianchi in primavera all’Odio sono quasi 20mila le presenza turistiche come i successi di piazza in occasione di Gorla e Centomiglia, per non parlare dell’apoteosi della Children Wind Cup. Per la Canottieri non è da dimenticare il calendario di gare della Autunno-Inverno della Canottieri Garda che oltre alla vela ha saputo proporre eventi di nuoto e triathlon con presenze che hanno superato complessivamente i 900 partecipanti”.

Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • rss
  • mail

Scritto da: redazione GardaPost