Territorio
0

Viabilità, Anas pensa a sottopassi a Gardone e Maderno

Viabilità, Anas pensa a sottopassi a Gardone e Maderno

ALTO GARDA – Sopralluogo di Regione e Anas in Alto Garda bresciano. Al vaglio opere sulla 45 bis per migliorare lo scorrimento. Si pensa a sottopassi pedonali a Gardone e Maderno.

Questa mattina l’assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, Mauro Parolini, con il responsabile del Coordinamento Territoriale Nord Ovest di Anas Ing. Dino Vurro ed il Presidente della Comunità Alto Garda Bresciano Davide Pace, ha condotto un sopralluogo nei punti di maggiore criticità della strada statale 45 bis Gardesana Occidentale, unica via di accesso alle località turistiche dell’alto Garda.

Il programma di visite promosso dell’assessore ha riguardato le seguenti aree: svincolo di Salò e viabilità interna in località Barbarano; Comuni di Toscolano Maderno (passaggi pedonali sulla Gardesana in piazza San Marco) e Gardone Riviera (semaforo); Galleria di Gargnano e Strada della Forra a Tremosine.

Durante la conferenza stampa al termine del sopralluogo, Parolini ha sottolineato che “lo scopo di questa visita era quello di valutare possibili interventi sulla Gardesana, per migliorarne l’accessibilità e gli aspetti più critici della viabilità”. “In qualità di assessore regionale al turismo – ha commentato Parolini – mi interessa che le infrastrutture non diventino un’obiezione a venire sul Garda”.

Gruppo di lavoro con sindaci locali – L’assessore ha annunciato l’intenzione di costituire un gruppo di lavoro ad hoc costituito dai sindaci dell’alto Garda e diretto dal Presidente della Comunità Parco Alto Garda Bresciano per valutare in modo concreto e condiviso ogni singolo intervento, coniugando la tutela di un paesaggio straordinario, le esigenze dei cittadini e quelle di una delle aree turistiche più importanti d’Europa.

Gallerie Gargnano, già concluso il progetto di fattibilità – “Attraverso il ‘Patto per la Lombardia’ – ha ricordato Parolini – siamo riusciti ad ottenere lo stanziamento di 70 milioni di euro per la realizzazione del raddoppio delle gallerie di Gargnano, su cui è già stato concluso lo studio di fattibilità. Questo è un intervento molto atteso perché la situazione è veramente intollerabile per le ripercussioni che sta avendo sulla qualità di vita dei residenti e sul turismo sia in termini di reputazione, che di danneggiamento all’attività economica degli operatori”. Ora il progetto di fattibilità tecnico-economica, per intenderci quello che prima si chiamava progetto preliminare, dovrà passare al vaglio della Conferenza dei servizi. L’obiettivo è entrare nella fase di progettazione esecutiva a fine 2018 e di avviare il cantiere a metà 2020.

Sottopassi al semaforo di Gardone e in piazza a Maderno – “Rimangono aperte – ha aggiunto infine l’assessore – altre criticità e situazioni di pericolo, che riguardano gli attraversamenti pedonali in Comuni importanti come Toscolano Maderno e Gardone Riviera, dove abbiamo valutato la realizzazione di sottopassi”. I continui attraversamenti della Gardesana da parte dei pedoni in piazza a Maderno e all’altezza del semaforo di Gardone contribuiscono non poco a rallentare il traffico soprattutto quando è particolarmente intenso, in alta stagione. I sottopassi non risolveranno tutti i problemi di scorrimento sulla 45 bis, ma forse li allevieranno. Ma servono 7-8 milioni di euro.  

Strada della Forra per Tremosine – “Allo stesso modo – conclude Parolini – è stata presa in considerazione anche la necessità di intervenire sulla parte iniziale di della Strada della Forra, dove persistono rallentamenti e difficoltà”.

Strisce pedonali all’altezza di piazza San Marco, a Maderno.

Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • rss
  • mail

Scritto da: redazione GardaPost