La Ponale riaprirà come da programma il 23 marzo

ALTO GARDA – Il Sentiero Ponale riaprirà i battenti come da programma il 23 marzo. Ad ufficializzarlo il presidente della Comunità Alto Garda e Ledro Mauro Malfer a seguito della riunione sullo stato dei lavori.

Al sopralluogo hanno preso parte i tecnici della Provincia Autonoma di Trento, Garda Trentino e i Comuni coinvolti.

«Rispetteremo come da programma l’impegno di aprire il sentiero Ponale per il prossimo 23 marzo – ha spiegato il presidente della Comunità Alto Garda e Ledro (www.altogardaeledro.tn.it) Mauro Malfer -. I lavori successivamente proseguiranno con dei microcantieri durante la stagione estiva, senza chiudere il sentiero, per poi concludersi tra il novembre 2018 gennaio 2019 con la conclusione dei lavori e la sistemazione definitiva. Siamo in linea con il programma che ci erano prefissati, è stato fatto un lavoro straordinario e incredibile. A breve verrà inoltre consegnata la nuova segnaletica che abbiamo messo a punto con l’avvocato Massimo Viola di Trento, mentre i ragazzi della LABA di Torbole si sono occupati del progetto dei tre portali d’ingresso e della cartografia».

I tecnici della PAT e della Comunità Alto Garda e Ledro hanno illustrato nel dettaglio lo stato del cantiere:

«Abbiamo ultimato i lavori di manutenzione di tutti i dispositivi e rimessa in funziona delle vecchie barriere posate dall’ANAS nel corso dei decenni – ha spiegato l’ing. Ruggero Cazzolli -. Lavori che, per quanto riguarda il lotto 1 e che arrivano fino al bar della Ponale, sono stati ultimati. Gli interventi del 2° lotto, riguardanti il tratto che dal Ponale va fino al tunnel Agnese da una parte e dal bar Ponale fino al tunnel Pregasina dall’altra, sono stati appaltati e termineranno entro il 20 marzo. La tipologia dei lavori sarà sostanzialmente analoga: le vecchie barriere verranno svuotate e verranno cambiate le rete e gli ancoraggi».

Le imprese impegnate nella manutenzione del sentiero sono trentine, la «Edilcom» di Borso lares (Tn), per ciò che riguarda il lotto n.1 e la «Eurorock srl» di Mezzacorona al lavoro sul lotto 2.

La seconda parte dell’intervento sulla Ponale, realizzata dal Servizio per il sostegno occupazione e valorizzazione ambientale (S.O.V.A) della PAT prevede invece la sistemazione del sentiero, la posa della nuova segnaletica e sottoservizi e parapetti idonei alle caratteristiche di «Sentiero alpino percorribile anche da Mountain Bike»: «La seconda parte degli interventi è a carico della Provincia Autonoma di Trento e del Servizio per il Sostegno Occupazionale – spiega il dirigente Innocenzo Coppola – e vengono realizzati dalla squadra specializzata sotto la direzione lavori interna del geometra Claudio Marconi e su progetto di Antonio Lotti, responsabile della Sicurezza. In questa prima fase stiamo realizzando la posa in opera dei sottesorvizi, luca impianto d’irrigazione e acqua. Competerà poi al nostro servizio la sistemazione delle sezioni per i pedoni e dei ciclisti che, dove la larghezza lo permette, saranno separate. Il 23 marzo i lavori non saranno completati ma durante l’estate proseguiremo con i micro-cantieri».

Il sopralluogo sul sentiero.

L’importo complessivo degli interventi che si concluderanno a gennaio 2019 è di 1.382.675,00 euro più 93.862,92 di somme a disposizione per un totale di 1.476.537,96 euro così suddivisi: 200.000,00 euro di Garda Trentino S.p.a; 428.862,96 euro della Comunità Alto Garda e Ledro – Fondo Strategico 2^ Classe di Azioni) oggetto di Accordo di Programma 2017; 300.000,00 euro del Servizio Sostegno Occupazione e Valorizzazione Ambientale della Provincia Autonoma di Trento più 100.000,00 euro della Comunità Alto Garda e Ledro; 297.675,00 del Comune di Ledro più altri 150.00,00 euro di finanziamento da parte della Comunità attingendo ai Canoni Ambientali.

I lavori in corso lungo il sentiero.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.