I Volontari del Garda mettono le ali: ecco la Squadra Droni

SALÒ – I Volontari del Garda annunciano la costituzione di una «Squadra Droni». Si occuperà di ricerca in zone impervie, individuazione di dispersi, esame di pericoli, monitoraggio degli incendi, ispezione di infrastrutture colpite da calamità.

D’ora in avanti i Volontari del Garda potranno scrutare, perlustrare, fotografare e filmare il territorio anche dal cielo, raggiungendo zone inaccessibili da terra o verificando strutture pericolanti da cui è meglio tenersi alla larga.

Tutto questo grazie alla neocostituita «Squadra Droni», nuova sezione operativa del gruppo di protezione civile salodiano che si aggiunge a quelle attive da tempo: il team del soccorso sanitario, le squadre antincendio, il nucleo nautico e subacqueo, la squadra ricerca persone e l’unità cinofila.

«La squadra droni – spiega il presidente degli Angeli Azzurri, Raffaele Frau – è formata da 4 persone, ognuna dotata di un drone, così da garantire il volo contemporaneo in completa autonomia e assicurare un’ampia copertura territoriale».

 

Un drone dei Volontari del Garda durante un volo d’esercitazione.

 

Quali i suoi compiti? «La squadra – spiega Luca Cavallera, responsabile sanitario dei Volontari del Garda – è specializzata nella ricerca in zone impervie e in macro-aree sia terrestri che acquatiche, nell’individuazione di dispersi, nell’esame e segnalazione di pericoli di varia natura, nel monitoraggio degli incendi, nell’ispezione di infrastrutture colpite da calamità. Il tutto in sicurezza e senza rischi per i soccorritori».

Per raggiungere il luogo di intervento la squadra ha a disposizione un fuoristrada. Potrà tornare utile anche per operazioni in acqua, «a supporto – continua Cavallera – della squadra nautica in operazioni di ricerca veloce in superficie di persone e natanti, nonché per effettuare valutazioni preparatorie agli interventi di recupero di imbarcazioni incagliate».

Quattro i droni a disposizione, con un’autonomia di volo che varia dall’ora all’ora e mezza, tutti dotati di videocamere o fotocamere con zoom stabilizzati.

I Volontari del Garda, organismo polispecialistico complesso, strutturato per operare nelle emergenze sanitarie e calamitose di qualsiasi natura e in qualsiasi luogo, potenziano insomma la loro dotazione tecnologica e ampliano ulteriormente il loro già vastissimo raggio d’azione. A vantaggio di tutti noi.

Ecco le immagini riprese da un drone durante l’ispezione di un’area montana dell’Alto Garda bresciano.

 

I commenti sono chiusi.