Puzza a Lonato, l’ironia dell’opposizione sui “nasisti” reclutati dal Comune

LONATO - Le opposizioni intervengono sulla questione puzza e sul bando dell'Amministrazione per reclutare... annusatori. "Forse - dicono - sarebbe più efficace far intervenire la Polizia Municipale quando i cittadini segnalano la presenza di puzze nauseabonde.

Nel mese di dicembre Ritrovo Lonato, Progetto Lonato, PD e M5S hanno effettuato una campagna di sensibilizzazione per gli odori che si sentono in località Campagnoli e a partire da Via Montebello verso il centro del paese e per l’inquinamento del suolo dovuto a discariche abusive e non (ne avevamo scritto qui).

Il 18 dicembre è stato pubblicato sul sito del Comune di Lonato del Garda un bando di reclutamento e selezione per la valutazione degli odori (leggi qui la notizia).

“L’Amministrazione – dicono i consiglieri di opposizione Daniela Carassai (Ritrovo Lonato), Flavio Simbeni e Andrea Locantore (Progetto Lonato), Paola Perini (PD) e Rossella Magazza (M5S) – per affrontare il problema delle puzze che inquinano l’aria del nostro paese assume “nasisti”. Il lavoro, che verrà retribuito, consiste nell’annusare l’aria in punti indicati su una mappa.

I candidati dovranno dare la loro disponibilità ad eseguire sopralluoghi nel territorio del Comune di Lonato del Garda (BS), nelle date e negli orari richiesti, seguendo percorsi prestabiliti e sostando in postazioni prefissate, dove dovranno annusare l’aria ad intervalli e compilare una scheda con le misure di odore.

Come scritto nel Bando, che non prevede alcuna data di scadenza per l’arruolamento, verranno quindi eseguiti i controlli in date e orari prestabiliti perché è noto a tutti che gli odori che rendono l’aria irrespirabile seguono un calendario che può essere prestabilito a priori.

Si chiedono dunque le minoranze: “Se quindi in quelle date non ci saranno “olezzi” l’aria di Lonato risulterà inodore e sana?”.

E aggiungono: “Forse più immediato ed efficace sarebbe far intervenire la Polizia Municipale quando i cittadini segnalano la presenza di puzze nauseabonde nell’aria.

Forse, su un territorio così esteso e non proprio in salute, non dovrebbe essere destinato solo un vigile alla sorveglianza ambientale e la quasi totalità del corpo di Polizia Municipale a fare multe che, certo fan cassa, ma non tutelano la salute dei cittadini.

Se l’Amministrazione – concludono le opposizioni – intende risolvere il problema dei miasmi con i “nasisti”, cosa farà per risolvere il problema delle discariche abusive che stanno riempiendo il nostro paese? Verranno addestrati i “nasisti” come si addestrano i cani segugi?”

 

I commenti sono chiusi.