Bici, nordic walking, sci… il cuore dei campioni per il monte Baldo

MALCESINE - Il re degli sprint Mario Cipollini, la bicampionessa olimpica di Mtb Paola Pezzo, i super professionisti della bici da strada Massimiliano Lelli, Alessandro Bertolini e il presidente del Veneto Luca Zaia, al Village del 102° Giro d’Italia, sono stati ospiti della Funivia Malcesine – Monte Baldo.

È stata l’occasione per presentare le opportunità che il Garda e il Baldo sanno offrire a sportivi e amanti della bici e della montagna e per avviare future possibili collaborazioni con alcuni tra gli sportivi italiani più amati.

“La Funivia – ha detto il presidente Funivia Malcesine – Monte Baldo Pier Giorgio Schena – è tra i protagonisti del Giro perché questa idea di sport, vicino al territorio, alla gente, alle bellezze naturali e alla montagna, è la stessa che condividiamo noi. Sono venuti a trovarci degli sportivi d’eccezione con i quali abbiamo cominciato a legare per promuovere il nostro territorio. Abbiamo preparato la strada per averli vicino a noi, spero in un prossimo futuro. Noi confidiamo – ha proseguito il presidente Schena – di mettere a frutto quanto seminato in queste giornate anche perché il nostro territorio, il lago, la montagna e lo straordinario ambiente naturale di cui disponiamo si prestano tantissimo alle attività sportive. Paola Pezzo, Cipollini, Lelli, Bertolini sono sportivi che hanno ancora nel cuore i valori veri dello sport e credo che qualcosa possa maturare”.

Schena, Pezzo, Formaggioni.

 

A ciascuno dei protagonisti, sportivi e istituzionali, il presidente della funivia Schena e il consigliere Paolo Formaggioni hanno consegnato una speciale targa che permette di scoprire nel più semplice modo possibile le bellezze e le opportunità di fare attività all’aria aperta che offre il Baldo, partendo da Malcesine.

Per me – ha detto Paola Pezzo – è sempre un piacere salire sul Baldo perché mi piace la montagna, da vivere sia in bici ma anche a piedi visto che sono amante del nordic walking”.

Cipollini ha aggiunto: “Conosco il monte Baldo, la vista che si gode del lago di Garda e di tutte le montagne attorno, con un panorama straordinario. Credo che possa nascere qualcosa perché la passione per lo sci e la passione per il ciclismo sono due cose abbinate, è un binomio assolutamente da sfruttare”.

Formaggioni, Zaia, Schena.

 

I commenti sono chiusi.