News dai comuni
0

Acquedotto in tilt per un fulmine, notte di lavoro per Garda Uno

Acquedotto in tilt per un fulmine, notte di lavoro per Garda Uno

TIGNALE – Il violento temporale abbattutosi sabato sera sull’alto Garda ha provocato, forse a causa di un fulmine, l’esplosione del trasformatore dell’impianto principale dell’acquedotto, a Prabione.

Un guasto che ha rischiato di lasciare a secco i rubinetti di Tignale. Invece, grazie all’interveto tempestivo del gestore della rete idrica, ieri mattina di buon’ora, prima che i tignalesi e i tanti turisti che soggiornano in paese si svegliassero, la fornitura d’acqua era di nuovo garantita.

Grazie, però, al tempestivo intervento della squadra di tecnici di Garda Uno SpA (www.gardauno.it), la multiservizi che gestisce tra gli altri gli impianti idrici nell’alto Garda, ed al moderno sistema di telecontrollo che permette l’individuazione in tempo reale di un qualsiasi genere di guasto nella rete idrica, si è potuto organizzare in tempi record la sostituzione del trasformatore, avvenuta nella stessa notte tra sabato e domenica.

Un intervento cominciato alle 23.30 di sabato e terminato alle 5.20 di oggi domenica, quando il trasformatore è stato riacceso, scongiurando un black out alla rete idrica della località gardesana.

Come rileva Massimiliano Faini, dirigente operativo del Settore Idrico della società, “si è poi provveduto alla verifica di tutti i serbatoi ed impianti della zona, e crediamo che, alla fine, pochi abitanti si saranno accorti dell’assenza di acqua nelle loro abitazioni e nelle strutture ricettive”. Lo stesso Faini ha anche sottolineato come il sindaco di Tignale sia stato avvisato prontamente del disservizio. Contestualmente, sono stati inseriti messaggi nel call center di Garda Uno.

L’intervento, si diceva, è scattato alle 23.30 con la previsione di recuperare in piena notte un trasformatore da 250 Kwa e la sostituzione di quello danneggiato.

“Essendo l’unico impianto di approvvigionamento di acqua potabile” conclude, infine, Faini “gli utenti avrebbero cominciato a subire i primi disagi, restando senz’acqua dalle 2 di notte in poi, senza dimenticare che ci troviamo in piena settimana di Ferragosto”.

Una veduta di Tignale.

Una veduta di Tignale.

Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • rss
  • mail

Scritto da: redazione GardaPost