Domani i funerali di Sergio, morto in auto come il fratello 15 anni fa

LIMONE - Limone in lutto per la tragica morte di Sergio Dagnoli, 38 anni. Questa sera alle 20 veglia di preghiera nella parrocchiale di San Benedetto, dove domani alle 15 si svolgeranno i funerali.

La comunità di Limone è in lutto e si stringe attorno alla famiglia di Sergio Dagnoli, 38 anni, deceduto nella notte tra lunedì e martedì nell’auto finita fuori strada lungo la SP115 che da Limone porta a Tremosine.

Questa sera alle 20 è in programma una veglia di preghiera nella chiesa parrocchiale di San Benedetto. Domani, mercoledì 23, alle 15  i funerali. La salma di Sergio è stata ricomposta nell’abitazione dove il 38enne viveva con i genitori, a poche centinaia di metri dal luogo dell’incidente, dove gli alpini veglieranno per tutta la notte.

Sergio Dagnoli in una foto tratta dal suo profilo Facebook.

 

Sergio Dagnoli è morto nell’auto uscita di strada, una Suzuki Santana finita a ruote all’aria su una balza dell’oliveto a monte del paese, in via Einaudi, la Provinciale 115 che dalla Gardesana sale verso Bassanega e l’altopiano di Tremosine.

Lo stesso drammatico destino cui era andato incontro, 15 anni fa in Valle di Ledro, suo fratello Decimo, che allora di anni ne aveva 36, anche lui morto sulla strada, nello stesso modello di macchina. Ora questa seconda tragedia, che getta i genitori in un dolore totale, straziante. Nello sconforto l’intera comunità di Limone, mille anime che si conoscono tutte.

L’altra sera Sergio Dagnoli stava tornando a casa dopo il turno di lavoro in un albergo della zona. Pioveva e l’asfalto era bagnato mentre il 38enne risaliva la SP 115. Quando Sergio era ormai a poche centinaia di metri da casa, qualcosa è andato storto. La Suzuki ha sbandato e dopo aver sfondato una staccionata in legno, infilandosi nello spazio tra due ulivi secolari che probabilmente ne avrebbero arrestato la corsa, è volata nella scarpata sottostante, ribaltandosi.

 

Non si conosce l’ora in cui si è verificato l’incidente. Soltanto all’alba un automobilista di passaggio ha visto l’auto ribaltata e ha lanciato l’allarme, ma i sanitari della Croce Rossa di Limone non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Il corpo del 38enne è stato estratto dall’abitacolo dai Vigili del Fuoco di Riva. Sul posto anche i Carabinieri della locale Stazione per i rilievi e gli agenti della Polizia Locale.

Sergio aveva studiato all’istituto alberghiero di Gardone Riviera. Poi aveva girato l’Italia, lavorando e frequentando l’università. Da qualche mese era tornato a Limone e per la stagione si era trovato un’occupazione in un albergo della zona.

Abitava con la mamma Luisa e il papà Vittore. Una famiglia che tutti conoscono, sprofondata nel dolore per il dramma più grande, la perdita di un figlio, che dopo 15 anni si ripete.

La chiesa di San Benedetto, a Limone sul Garda.

 

I commenti sono chiusi.