Troppi ciclisti nelle gallerie di Riva, colpa della ciclabile di Limone

ALTO GARDA – Dopo l’apertura della ciclabile di Limone è aumentato il traffico su due ruote a pedali sulla Gardesana tra Riva e Limone. Il comandante della Polizia Locale Alto Garda e Ledro chiede un divieto per le bici in galleria.

Ciclisti sulla Gardesana ce ne sono sempre stati. Ma certo, dopo l’apertura della ciclopedonale a sbalzo di Limone, lo scorso 14 luglio, la loro presenza è aumentata.

C’è chi da Riva si dirige verso Limone per fare la ciclabile e chi, dopo aver fatto la ciclabile imboccandola di Limone sud, decide di continuare sulla Gardesana per raggiungere Riva.

Ma questa presenza genera qualche preoccupazione legata alla sicurezza. Ne ha scritto nei giorni scorsi il quotidiano trentino L’Adige, segnalando che «molti di questi ciclisti non sono muniti dei dispositivi di sicurezza (giubbotto o bretelle con rifrangenti, luce rossa posteriore, etc.) che segnalano la loro presenza agli automobilisti».

Sulla questione è intervenuto anche il comandante della Polizia Locale Alto Garda e Ledro Marco D’Arcangelo, che ha dichiarato a L’Adige: «I ciclisti che vogliono percorrere la ciclovia di Limone dovrebbero prendere il traghetto o il bus di linea. La mia proposta relativa al divieto per il transito dei ciclisti in galleria l’ho fatta, ma la competenza dalla Casa Rossa in poi è della Provincia ed è eventualmente la Provincia che deve emettere la relativa ordinanza in tal senso».

La Gardesana a Riva del Garda, appena dopo il confine con Limone.

 

Sulla questione si registra anche un’interpellanza del consigliere Lega Luca Grazioli, che sottolinea come «molti avventurosi, incuranti ed evidentemente negligenti, dopo aver percorso la ciclovia del Garda a Limone continuano sulla strada statale fino ad arrivare in quel di Riva del Garda».

Grazioli chiede al sindaco rivano Mosaner «se ha intenzione di installare un’apposita cartellonistica per incentivare i ciclisti a comportarsi correttamente all’interno delle gallerie» e se «non pensa che sollecitare la Provincia nel velocizzare tutti gli iter per completare prima possibile il tratto della ciclabile nella parte trentina, sia un passo importante sotto il profilo della sicurezza oltre che dell’immagine turistica della nostra zona».

Pedoni sulla ciclabile e, sullo sfondo, ciclisti che, nonostante la pista, pedalano sulla Gardesana.

 

I commenti sono chiusi.