Vittoria Tonoli ai Giochi Olimpici della Gioventù a Buenos Aires

SALÒ - Un momento storico per la Società Canottieri Garda Salò: per la prima volta, una sua rappresentante del canottaggio, Vittoria Tonoli, prenderà parte ai Giochi Olimpici della Gioventù, che iniziano sabato a Buenos Aires.

Si tratta del maggior evento mondiale per gli atleti di età compresa tra i 15 e i 18 anni, che mira a promuovere i valori olimpici nella gioventù.

L’evento si svolge ogni quattro anni ed è promosso dal Comitato Olimpico Internazionale. Ben 32 gli sport in cui sono impegnati gli atleti e tra questi c’è anche il canottaggio.

Vittoria Tonoli gareggia nel Due senza con Khadija Alajdi El Idrissi, portacolori del Cus Torino; per la cronaca, le due ragazze erano a bordo del Quattro senza che nel giro di pochi mesi ha conquistato la medaglia d’argento sia all’Europeo Juniores sia al Mondiale Juniores. A difendere i colori azzurri nel bacino olimpico, oltre all’equipaggio femminile, ci sarà anche quello maschile nel Due senza, composto dal lariano Nicholas Castelnovo e dal torinese Alberto Zamariola.

Vittoria Tonoli è partita con la convinzione di sempre e il giusto pizzico di ansia. “Gareggeremo su distanze a noi quasi sconosciute: ci siamo confrontate con altri equipaggi solo una volta ma in ambito nazionale per le selezioni. Quella di Buenos Aires sarà di sicuro un’esperienza indimenticabile che voglio portare a termine, con la coscienza di aver fatto tutto il possibile per agguantare il miglior risultato”.

Vittoria Tonoli, a sinistra.

 

Il commento tecnico sull’avventura è dell’allenatore Stefano Melzani: “Vittoria arriva al massimo evento giovanile al termine di un percorso di crescita mentale e atletica durato tre anni. C’è stato un periodo di difficoltà intensa in cui i risultati non arrivavano e lei aveva perso ogni fiducia dei propri mezzi. Ma da quel momento, attraverso un allenamento mirato a rinforzare gli aspetti mentali e fisici per prevenire possibili infortuni, ha iniziato la sua scalata ai vertici, che nel 2018 ha trovato pieno compimento. Questo traguardo è la dimostrazione che volontà, dedizione e passione sono le basi per raggiungere l’obiettivo”.

La prima regata per il Due senza azzurro è prevista per domenica 7: la Società Canottieri Garda Salò è pronta a fare il tifo a oltre 11mila km di distanza!

I commenti sono chiusi.