Niente festa in vetta al Pizzocolo, solo una messa in ricordo di Zanardini

TOSCOLANO - Annullata la Festa in vesta sul Pizzocolo di domenica. Niente spuntini montani né bandiere al vento. Solo una messa in ricordo di Gino Zanardini, il vice comandante della Locale deceduto mentre svolgeva il suo lavoro.

Lo rende Guido Bertoli del Gruppo Amici del Monte Pizzocolo, che ha diffuso la seguente nota che volentieri riprendiamo.

“Carissimi tutti, con la presente sono ad informarvi che la nostra festa in vetta al Monte Pizzocolo di domenica 17 giugno è annullata. 

Il consiglio direttivo ha preso, con profondo rincrescimento, questa sofferta decisione alla luce degli eventi che sono successi sul nostro territorio martedì 12 scorso. Come tanti di voi sapranno un violento temporale ha interessato la zona del monte Pizzocolo e della valle delle Cartiere. Questo ha causato frane e smottamenti anche sulla strada da noi percorsa con le jeep, impedendo quindi il trasporto di quanto necessario per la festa il più vicino possibile alla vetta.

Ma la causa principale che ha determinato la nostra decisione è il grave infortunio che ha causato la morte del vice-comandante della polizia locale, Gino Zanardini, che, insieme ad una collega, si era recato in valle delle Cartiere per verificare se ci fossero escursionisti in difficoltà e valutare eventuali danni. Giunto alla passerella di Covoli è stato colpito da un sasso alla testa in modo irrimediabile.

Alla luce di tutto questo non ci è sembrato opportuno svolgere la festa. Saremo comunque in vetta domenica 17 dove alle ore 11 verrà celebrata, in accordo con il nostro parroco don Leonardo, la santa messa in ricordo dell’amico Zanardini.

Ovviamente non ci sarà nessun spuntino montano, non troverete bandiere al vento e l’atmosfera sarà molto diversa dal solito ma sarà comunque bello incontrarci e salutarci.

Chiunque decidesse di salire dovrà pensare ai viveri in completa autonomia e, particolare molto importante, prestate attenzione sui percorsi. Al momento è impossibile arrivare a S. Urbano con mezzi motorizzati mentre la via di Malga Valle non presenta ostacoli ma il divieto di transito è posto a Sanico quindi chi andrà oltre lo farà a proprio rischio e pericolo, ci sono problemi anche per arrivare al Palazzo di Archesane mentre non abbiamo notizie per quanto riguarda la zona di S.Michele per il Pirello.

Vi chiedo cortesemente di comunicare quanto scritto ad amici o conoscenti in modo da avvisare il maggior numero di persone possibile.

Siamo convinti di aver preso una decisione difficile ma crediamo sia condivisa da tutti voi.

Un caro saluto a tutti, Bertoli Guido Gruppo Amici del Monte Pizzocolo”.

Il vice comandante della Polizia Locale Gino Zanardini.

 

 

I commenti sono chiusi.