Chiusa la galleria Adige-Garda. Nel lago 20 milioni di mc di acqua di fiume

LAGO DI GARDA - Aperto a mezzanotte di lunedì 29, oggi pomeriggio è stato chiuso il tunnel scolmatore di 10 km tra Mori e Torbole. Lo scarico si è concluso alle 16. Verona è salva, ma per il lago è stato un sacrificio. Nel veronese si torna a scuola.

Oggi alle 14, mentre la piena dell’Adige iniziava a calare, sono cominciate le manovre per la chiusura dello scolmatore e intorno alle 16 si è definitivamente interrotto il deflusso di acqua del fiume nel lago.

Si calcola che nel Garda siano stati immessi oltre 20 milioni di metri cubi di acqua dell’Adige.

Una quantità che il lago non ha avuto problemi ad accogliere (servono 4 milioni di metri cubi d’acqua per alzare di un solo centimetro il livello del Benaco). In due giorni, da domenica 28 a martedì 30, il lago è cresciuto di 17 cm, passando da 68 a 85 cm, una quota assolutamente adeguata per questo periodo.

Dal punto di vista qualitativo, invece, l’acqua dell’Adige non è propriamente un toccasana per il lago.

È più fredda (ma anche decisamente più inquinata) di quella del lago. Immettere improvvisamente milioni di metri cubi di fanghiglia e detriti a una diversa temperatura non fa certo bene all’ecosistema gardesano e mette seriamente a rischio la fauna ittica, che conta già diverse specie in sofferenza. Ma, come detto, la priorità era la sicurezza delle persone.

Questa notte hanno aperto la galleria Adige-Garda così da far defluire parte della portata del fiume Adige nel lago.video inviatoci da Stefano Toblini

Gepostet von Garda-outdoors am Montag, 29. Oktober 2018

 

Intanto, passata la piena dell’Adige, il Prefetto di Verona ha preso la decisione di riaprire le scuole (che invece restano chiuse anche domani, mercoledì 31, in Trentino: leggi qui).

La nota della Prefettura recita: «In considerazione del miglioramento della situazione meteorologica e dei livelli dei corsi d’acqua principali e secondari, le condizioni di rischio sul territorio provinciale stanno gradualmente rientrando. Per questo motivo non sussistono in prospettiva le condizioni per rinnovare anche per la giornata di domani (mercoledì 31 ottobre 2018) il provvedimento del prefetto di chiusura delle scuole nella provincia di Verona. Nella giornata di domani, pertanto, le scuole di ogni ordine e grado – compresi gli asili nido – saranno regolarmente aperti»

 

I commenti sono chiusi.