Inverno caldo, prorogato il divieto di pesca al coregone

LAGO DI GARDA - Sul Garda prorogato il periodo di divieto di pesca al coregone fino al 22 gennaio.  La specie è tutelata durante il periodo riproduttivo e la frega è in ritardo a causa dell'inverno eccezionalmente caldo.

Le condizioni meteo di questo inverno non troppo freddo ha ritardato il periodo delle deposizione delle uova del coregone del lago di Garda, fenomeno ancora in corso proprio in questi giorni.

Per questa ragione, per tutelare la specie nel delicato periodo della riproduzione, il termine del divieto di pesca, che di norma è fissato al 15 gennaio, è stato prorogato fino al 24 gennaio.

Il provvedimento è stato adottato congiuntamente da Provincia di Brescia e Provincia di Verona. Il divieto vale sia per i pescatori dilettanti che per i professionisti.

 

I commenti sono chiusi.