Sconti e servizi riservati con la Tessera GardaMusei

LAGO DI GARDA – Un euro per aprire le porte di uno scrigno di tesori d’arte e di bellezza. È il costo annuo della «Tessera GardaMusei» che farà il suo esordio in occasione della stagione turistica 2019.

Si tratta di una card che darà diritto di accedere ad agevolazioni e sconti sui biglietti d’ingresso alle realtà che fanno parte della rete GardaMusei, 30 soci, musei grandi e piccoli, centri culturali e luoghi del divertimento, città, Provincie e amministrazioni comunali.

«La tessera – spiega il presidente di GardaMusei, Matteo Bussei – avrà una validità di due anni dal primo acquisto. Dopo il secondo anno la tessera avrà validità di 12 mesi e ogni rinnovo costerà sempre un euro. Il prezzo scelto è evidentemente un prezzo simbolico, che richiede un minimo esborso ma che, al tempo stesso, consente all’associazione di fidelizzare gli utenti, garantendo loro l’opportunità di accedere a vantaggi personalizzati come sconti sulle entrate e sui servizi, inviti ad eventi, programmazione dedicata».

 

Una ghiotta opportunità, dunque, visto che il ventaglio di strutture aderenti a GardaMusei è piuttosto ampio. Vi fanno parte il Vittoriale degli Italiani, Gardaland, il Museo del Divino Infante, la Fondazione Valle delle Cartiere, il MuSa di Salò, il Museo delle Mille Miglia, il Museo Diocesano di Brescia, il Museo Tazio Nuvolari, la centrale idroelettrica di Riva, città come Cremona e Verona, enti locali, associazioni e consorzi (clicca qui per l’elenco completo dei soci della rete GardaMusei).

Una rete che è in continua crescita da quando GardaMusei è stata costituita e formalizzata come associazione, il 21 ottobre 2015, con l’intento di promuovere la cultura, l’arte, l’ambiente, il turismo e il territorio, nell’ottica di valorizzare l’immagine e la forza dell’intero lago di Garda.

«Questo progetto – dice ancora Bussei – consentirà inoltre all’associazione, nel lungo periodo, di strutturarsi garantendone lunga vita e la possibilità di incrementare i servizi per i soci, per il territorio e per gli utenti».

GardaMusei, diretta da Giordano Bruno Guerri, è attualmente impegnata anche sul fronte di un importante bando di Cariplo, Regione Lombardia ed Unioncamere sui PIC, i Piani Integrati della Cultura finalizzati ad interventi integrati e sinergici di promozione del patrimonio e della produzione culturale.

Vittoriale degli Italiani: la piazzetta Dalmata.

 

I commenti sono chiusi.