Sirmione, arriva la palestra digitale

SIRMIONE - Tecnologie e tutor al servizio dei ragazzi per sviluppare abilità digitali. Nel weekend l’evento della Palestra digitale, un momento di sintesi che metterà a disposizione di scuola e pubblico tutte le tecnologie utilizzate fino ad oggi. La palestra digitale si tiene nelle date 10, 11 e 12 maggio.

Quali saranno le abilità necessarie ai nostri giovani per affrontare il futuro, cosa bisognerà insegnare? Fondamentale sarà la capacità di gestire il cambiamento: non tanto conoscere una nuova tecnologia e saperla usare, ma capire cosa serve davvero e questo è possibile solo attraverso un approccio innovativo e pratico.

Da quattro anni il Comune di Sirmione è impegnato in una coraggiosa sfida: l’innovazione per il proprio territorio e i giovani per poter fornire a quest’ultimi tutti gli strumenti necessari per affrontare le sfide tecnologiche future.

Partendo con il laboratorio di innovazione Onelab, il Comune ha progettato e realizzato un percorso didattico e formativo unico nel suo genere.

Sono state messe a disposizione dei giovani le più avanzate e moderne tecnologie (dalla robotica alla programmazione) e accanto a tutor altamente qualificati, sono stati affiancati giovani che in questi 4 anni hanno potuto apprendere attraverso progetti concreti nuove professionalità e metterle a disposizione non solo del territorio ma anche della loro vita professionale.

Un tesoro in questo percorso è stato il progetto scuola digitale: un percorso iniziato all’interno della scuola stessa di Sirmione, perché solo dalla scuola, dal suo interno è possibile davvero portare un cambiamento nella nostra società e poter raggiungere tutti i ragazzi, dare a tutti le medesime occasioni e opportunità, senza lasciare indietro nessuno.

Consapevole che il mondo della scuola è in continua evoluzione, che esistono nuovi strumenti per aiutare gli insegnanti nella loro missione e che le nuove generazioni sono sempre più connessi, si è creato un vero e proprio piano che da una parte parli il linguaggio dei giovani e dall’altro utilizzando le moderne tecnologie digitali, da app, tablet e robot, rivede il modo di insegnare e apprendere.

Partito nel 2016 il progetto ha avuto tre destinatari:

  • la scuola, a cui sono stati forniti

– un laboratorio attrezzato con le ultime tecnologie da utilizzare per le attività didattiche,

– aggiornamento continuo sulle ultime novità del mondo della didattica digitale grazie a tutor in costante aggiornamento

– iPad di ultima generazione per agevolare la didattica e semplificare l’utilizzo delle molteplici app;

  • gli insegnanti, per i quali sono stati progettati argomenti in base al programma scolastico per inseritisi nel programma scolastico stesso e mostrare le potenzialità in classe della didattica digitale, materiali digitali già pronti per essere utilizzati in classe, assistenza, supporto e corsi per la didattica digitale.
  • i bambini e i ragazzi, perché diventino utilizzatori consapevoli di tablet e computer, imparino divertendosi, dal momento che una delle chiavi del successo del progetto è stata proprio la capacità dei tutor grazie alle app, ai tablet e ai Mac di rendere i laboratori in cui erano impegnati i ragazzi divertenti e istruttivi, seguendo il principio che quando ci si diverte la mente apprende in modo più efficace.

I ragazzi sono passati da meri fruitori a creatori attivi di contenuti e tutti i loro lavori sono stati messi on line e a disposizione del laboratorio, come il sito internet sul Castello di Sirmione https://castellosirmione.wordpress.com/, realizzato dai ragazzi delle medie e che a breve presenterà anche piccoli cartoni animati realizzati quest’anno dai ragazzi, oltre video e manufatti digitali già presenti on line e quello sui pescatori https://pescatorisirmione.wordpress.com/, realizzati dai bambini delle elementari.

SCUOLA DIGITALE 2018/2019

15 classi

300 ragazzi coinvolti

20 docenti coinvolti

4 tutor

9 laboratori sui seguenti temi: Navigatori e poesia – l diritto di contare – Il cyber bullismo – Il Castello di Sirmione – Le grotte di Catullo – Riciclo e ecologia – Il nostro lago e i suoi abitanti – Coding e robotica – La mia storia

Quest’anno a conclusione del progetto ci sarà l’evento della Palestra digitale, un momento di sintesi di questi tre anni dove verranno messe a disposizione di scuola e pubblico tutte le tecnologie utilizzate fino ad oggi. La palestra digitale si tiene nelle date 10, 11 e 12 maggio.

L’apertura al pubblico è prevista nella sola giornata di domenica 12 maggio dalle 10:00 alle 17.00. L’accesso avverrà tramite iscrizione saranno predisposte delle liste d’attesa per chi non è riuscito a iscriversi. Le giornate di venerdì 10 e sabato 11 saranno aperte alle sole classi della scuola di Sirmione.

I ragazzi potranno cimentarsi con un videogioco sul castello di Sirmione realizzato con Minecraft dagli studenti delll’Itis che hanno svolto lo stage presso il laboratorio; scoprire Sirmione grazie a un tappeto digitale e le sfere robotiche; improvvisarsi rapper-poeti tra musica e poesia con app musicali, viaggiare nella storia, costruire il proprio robot e progettare il proprio videogioco.

La palestra digitale è stata realizzata con il contributo sia dei ragazzi più grandi che frequentano ormai da anni il laboratorio e gli studenti dell’Itis che hanno svolto gli stage presso il laboratorio stesso.

Un viaggio che ha visto crescere non solo il numero di classi partecipanti, confermando la qualità e la bontà del progetto, ma soprattutto cosa ben più importante la crescita delle conoscenze digitali dei nostri ragazzi, per cui ogni anno è stato necessario alzare l’asticella e il livello di competenze da trasmettere, sviluppando laboratori e utilizzando app sempre più innovative e complesse. Un risultato che ha riempito di orgoglio i tutor e i giovani ragazzi impegnati per mesi nei laboratori e che hanno lavorato insieme ai nostri studenti e insegnanti per trasmettere tutto ciò che potrà essere utile ai nostri ragazzi, non solo competenze tecnologiche, ma un metodo per poter riscoprire la gioia di insegnare, il piacere di imparare e aiutare le nuove generazioni a diventare cittadini consapevoli del mondo.

I NUMERI DEL PASSATO

Il progetto è partito nel 2016 e nel tempo ha visto sempre un maggior impegno da parte del Comune nel fornire tutti i materiali e l’attrezzatura necessaria, arrivando ad avere 54 ipad per la scuola e 8 postazioni mac, poste nel laboratorio di innovazione di Onelab che la mattina vengono utilizzate dalle scuole il pomeriggio sono a disposizione della cittadinanza, che trova un luogo in cui bambini e giovani possono recarsi non tanto a fare i compiti, ma a consolidare quanto appreso la mattina durante i laboratori sotto la guida dei tutor che li guidano tra i diversi programmi digitale per lo studio e la didattica

Inoltre i laboratorio è fornito di raspberry (mini computer componibili per la programmazione) beacon (radiofari per percorsi didattici), sfere robotiche e kit di lego vedo sempre per la robotica e la programmazione: una fucina di tecnologia e innovazione a servizio dei nostri ragazzi.

I laboratori sono divisi in due tipologie: per la scuola primaria e per la scuola secondaria.

Alcuni numeri:

1) SCUOLA DIGITALE 2016/2017

7 classI

150 ragazzi coinvolti

12 docenti coinvolti

4 tutor

4 animatori digitali

15 partecipanti al corso di animatori digitali

7 laboratori sui seguenti temi: Quando Hitler rubò il coniglio rosa – Pescatori: storie di lago e di vento – Il cyber bullismo – Il Castello di Sirmione – Raccontare Sirmione in inglese

2) SCUOLA DIGITALE 2017/2018

9 classi

190 ragazzi coinvolti

14 docenti coinvolti

3 tutor

3 animatori digitali

9 laboratori sui seguenti temi: Quando Hitler rubò il coniglio rosa – Pescatori: storie di lago e di vento – Il cyber bullismo – l Castello di Sirmione – Raccontare Sirmione in inglese – Laboratorio di Scienze – Laboratorio Puliamo il mondo.

 

I commenti sono chiusi.