Pulizia dei fondali, volontari contro l’inciviltà

BARDOLINO - I sub dell’Up And Down Diving School hanno ripescato dal lago di tutto: pneumatici, batterie, moquette... Il lago vittima dell’inciviltà e dell’irresponsabilità dell’uomo.

Suscita sempre sentimenti contrastanti la notizia di giornate come quella che è stata organizzata domenica scorsa a Bardolino.

Da un lato c’è quel senso di gratitudine per quanto hanno deciso di dedicare un po’ del proprio tempo ad una nobile causa come la pulizia del lago e la salvaguardia di un bene preziosissimo qual è il nostro ambiente.

Dall’altro c’è quel senso di rabbia che si prova verso quegli incivili che ancora si ostinano a gettare rifiuti nel lago, incuranti del danno che provocano, incuranti del fatto che non abbiamo ancora molte possibilità per salvare il Pianeta che ci ospita.

 

Domenica, dalle acque antistanti il lungolago Lenotti, a Bardolino, decine di sommozzatori  dell’Up And Down Diving School, in collaborazione con l’associazione Sea Shepherd e con il Moto club Bardolino, hanno dato vita ad una bella giornata ecologica, recuperando dal lago rifiuti potenzialmente devastanti per l’ambiente naturale.

 

E’ stato recuperato di tutti: una decina di pneumatici, tra cui anche uno da camion, la batteria di una barca, tre lunghi tappeti di moquette verde, decine di bottiglie e bicchieri di vetro. I resti di una bambola, di un triciclo e di una sedia, posate e stoviglie di plastica, un vecchio gommone, pezzi di stoffe, pentole e catini, tubi di ferro…

Il Comune di Bardolino ha patrocinato l’iniziativa, il comitato Bardolino Garda Baldo della Croce Rossa ha sorvegliato le operazioni di raccolta e pulizia con l’idroambulanza. Presente in acqua anche la Polizia nautica.

 

«Siamo soddisfatti della pulizia che siamo riusciti a fare, usando anche alcuni palloni di sollevamento per riuscire a trascinare materiale molto pesante», spiega Michele Girelli alla guida dei sub Up & Down insieme a Mirko Ferrarese. «Grazie agli amici del Moto club, alla Sea Shepherd, alla Croce Rossa e alla polizia».

 

I commenti sono chiusi.