Riva, il saluto al comandante Capodiferro

RIVA DEL GARDA - Destinato a Vicenza, il comandante della compagnia carabinieri di Riva del Garda, Marcello Capodiferro, lascerà l’attuale comando il 10 settembre. Nella mattina di giovedì 22 agosto il sindaco Adalberto Mosaner e la Giunta municipale l’hanno invitato in municipio per un momento di commiato.

Laureato in scienze politiche all’Università di Pavia e in scienze della sicurezza a Tor Vergata a Roma, facoltà di giurisprudenza, Marcello Capodiferro, lodigiano d’adozione, è nato a Bergamo 47 anni fa. Sposato, ha iniziato la carriera nell’Arma ventiquattro anni fa frequentando la scuola per sottufficiali di Velletri e poi quella di Firenze. A Riva del Garda è giunto giusto quattro anni fa, proveniente dal comando compagnia di Sanluri, in provincia di Cagliari.

«Abbiamo voluto ringraziare il comandante Capodiferro per la sua dedizione e la sua disponibilità -dice il sindaco- oltre che per la capacità, non scontata, di collaborazione. In particolare, in questi quattro anni abbiamo potuto apprezzare l’efficace sinergia che si è creata con il nostro corpo di polizia locale, che anche recentemente ha dato esiti di rilievo, e più in generale la disponibilità a farsi carico dei problemi del nostro territorio, che pure, dal punto di vista della sicurezza, gode di una situazione di relativa tranquillità».

Il sindaco ha fatto omaggio al comandante di una pubblicazione sulla Notte di Fiaba e di una raccolta di poesie di Giacomo Floriani, quale ricordi di questa esperienza di lavoro e di vita. Da parte sua il comandante ha detto di aver lavorato in questi quattro anni «per dovere ma anche con grande piacere», apprezzando a sua volta l’elevata sinergia con le pubbliche amministrazioni.

 

 

I commenti sono chiusi.