Fiera di Polpenazze, nuove norme impongono il bicchiere di plastica

POLPENAZZE - Nuove normative sulla sicurezza negli eventi in piazza vietano i bicchieri di vetro. Anche a Polpenazze ci si adegua. Il bicchiere sarà di plastica... ma sembrerà di vetro.

Fra le novità di quest’anno alla 69esima edizione della Fiera del Vino Valtènesi-Riviera del Garda Classico Doc di Polpenazze del Garda (dal 25 al 28 maggio) spicca il nuovo bicchiere ufficiale con logo del Comune, che a causa di nuove normative legate alla sicurezza negli eventi di piazza non sarà più di vetro ma di un particolare materiale plastico, che lo rende perfettamente simile ad un classico calice da degustazione.

Ecco il nuovo bicchiere della Fiera del Vino di Polpenazze.

 

La 69esima edizione della storica manifestazione è in programma come da tradizione per l’ultimo weekend di maggio, da venerdì 25 a lunedì 28 maggio. Dopo il vero e proprio boom del 2017, che ha marcato un record in termini di numeri e visitatori,  la manifestazione riparte da un nuovo coordinatore, Massimo Corazza, confermandosi fedele alla formula che ne ha fatto uno degli eventi enogastronomici di maggior richiamo della primavera gardesana. L’obbiettivo primario resta sempre lo stesso: promozione del territorio a tutto campo, partendo dai vini per allargarsi ai sapori, alle produzioni tipiche, all’ospitalità ed al patrimonio ambientale e culturale.

Il manifesto della Fiera di Polpenazze 2018.

 

Nel centro storico del borgo medievale di Polpenazze troveranno spazio gli stand delle cantine ospiti, con uno spazio riservato all’ormai classico Borgo Bio, dedicato esclusivamente alle ormai sempre più numerose aziende biologiche del comprensorio.

L’ingresso in fiera sarà libero, ma per le degustazioni dei vini presentati dai produttori sarà come sempre necessario munirsi di sacca e bicchiere, che a causa di nuove normative legate alla sicurezza negli eventi di piazza non sarà più di vetro ma di un particolare materiale plastico che lo rende perfettamente simile ad un classico calice da degustazione. Il costo del calice con logo della Fiera e sacca del Consorzio Valtènesi sarà di 6 euro, cui sarà necessario sommare 1,50 euro per ogni degustazione agli stand.

Novità anche alla Dispensa del Gusto, l’area ristorazione dove oltre allo spiedo bresciano, un must assoluto della Fiera di Polpenazze, verrà proposto nelle quattro serate e domenica a mezzogiorno un menù cui si aggiungeranno un primo piatto (Riso alla Pilota con la salsiccia) ed altre specialità gastronomiche della zona. Importante anche la partnership territoriale con il caseificio Alpe del Garda di Tremosine, importante realtà cooperativa dell’Alto Garda, che fornirà i formaggi in abbinamento ai vini proposti in degustazione comparata alla Corte degli Assaggi, come sempre ospitata nella suggestiva corte di Casa Palazzi.

 

Saranno inoltre incrementati i parcheggi, con due nuove zone in via Valle ed al Campo Sportivo che consentiranno di arrivare ad un totale di 5000 posti auto comprendendo anche le altre due aree già utilizzate. Sarà inoltre presente un servizio di eliporto con possibilità di escursioni a pagamento in elicottero per ammirare dall’alto le bellezze della Valtènesi.

Da non dimenticare infine la 13esima edizione del Concorso enologico, adattato da quest’anno alla nuova doc unica Riviera del Garda Classico-Valtènesi, nata da un patto di territorio tra produttori ed adottata dalla vendemmia 2017, con la menzione Valtènesi al vertice della piramide qualitativa. Altra novità: nel concorso dei bianchi debutta la Doc San Martino della Battaglia, anche questa tutelata dal Consorzio Valtènesi. Come sempre le commissioni di assaggio assegneranno la qualifica di Vino Eccellente ai vini che abbiano raggiunto almeno il punteggio di 85/100. Musica dal vivo, mostre, iniziative di vario genere arricchiranno il cartellone dell’evento, che si chiuderà con un grande spettacolo pirotecnico.

Puoi scaricare qui programma dettagliato.

E’ iniziato il conto alla rovesce per l’attesa Fiera del vino di Polpenazze.

 

 

I commenti sono chiusi.