Pesca di frodo, 80 kg di coregoni lasciati marcire nelle reti

MANERBA - E' accaduto a Manerba, dove i pescatori di frodo avevano steso un centinaio di metri di rete da pesca professionale, in cui sono rimasti impigliati e marciti circa 80 chili di coregone.

A renderlo noto, nei giorni scorsi, la Polizia Provinciale di Brescia che sulla sua pagina Facebook ha pubblicato il video delle fasi del recupero delle reti effettuato dalle Guardie volontarie provinciali.

L’episodio si è verificato nelle acque antistanti la spiaggia “Baia Bianca”. Nelle reti circa 80 chili di pesci coregoni in avanzato stato di decomposizione.

Ecco il video postato dalla Polizia provinciale.

Pescatori di frodo a Manerba

RETE DA PESCA ABUSIVA NEL LAGO DI GARDAE' accaduto a Manerba, davanti alla spiaggia "Baia Bianca", dove i pescatori di frodo avevano steso un centinaio di metri di rete da pesca professionale, in cui sono rimasti impigliati e marciti circa 80 chili di Coregone.Nel video alcune fasi del recupero effettuato dalle guardie volontarie provinciali.#pescadifrodo #guardievolontarie #poliziaprovinciale

Gepostet von Polizia Provinciale di Brescia am Freitag, 27. April 2018

 

 

I commenti sono chiusi.