In bici sul lungolago, 70 multe durante l’estate

SALÒ – Sicurezza, decoro urbano, vivibilità. Sono priorità per l’Amministrazione Cipani, perseguite anche tramite provvedimenti e iniziative talvolta impopolari, come la discussa ordinanza che nel corso dell’estate ha vietato il transito delle biciclette sul lungolago.

Il divieto di percorrere il lungolago in bici è stato introdotto per la sicurezza dei pedoni, minacciata da squadre di ciclisti in assetto da corsa che sfrecciavano tra la gente.

Il provvedimento (in vigore tutti i giorni da giugno a settembre, solo il sabato e la domenica da ottobre a maggio) ha sollevato polemiche e diviso i salodiani, per i quali peraltro il divieto non vale, ma ha conseguito i risultati prefissati.

Dopo un’estate di applicazione per il sindaco Gianpiero Cipani la fruibilità del lungolago «è decisamente migliorata, a vantaggio di tutti, salodiani e turisti». Lo conferma il comandante della Polizia Locale Stefano Traverso: «L’ordinanza è stata compresa e digerita. Gli stranieri la rispettano, un po’ meno gli italiani». Sono 70 le multe comminate a ciclisti che non hanno osservato il divieto.

Altro tema che ha fatto parecchio discutere a Salò è la lotta all’accattonaggio. L’affissione di un avviso firmato dal sindaco con un invito ai salodiani a non elargire denaro ai parcheggi pubblici, fuori dai supermercati o all’entrata dei luoghi sacri aveva sollevato un polverone nei mesi scorsi. Anche su questo tema la Polizia Locale, su disposizione del sindaco e dell’assessore Nirvana Grisi, ha intensificato i controlli, redigendo nel corso dell’estate 30 verbali per accattonaggio, pratica espressamente vietata dal regolamento comunale di polizia urbana. «È un fenomeno di difficile soluzione – dice il comandante Traverso – ma continueremo ad effettuare controlli, identificazioni e allontanamenti».

Il manifesto sull’accattonaggio in affissione a Salò.

 

Questione decoro urbano. Nel corso dell’estate sono stati fatti 45 verbali per abbandono di rifiuti. «Talvolta – spiega il comandante Traverso – siamo risaliti ai responsabili ispezionando il contenuto dei sacchetti abbandonati o tramite appostamenti».

Una decina, invece, i proprietari di cani sanzionati per non aver rispettato il regolamento, che prevede animali al guinzaglio nei luoghi pubblici e l’obbligo, per i proprietari, di essere muniti di idonea attrezzatura per la raccolta delle deiezioni.

Sul fronte sicurezza è stata garantita, grazie anche all’assunzione di due stagionali, l’operatività della Polizia Locale dalle 7 alle 2 di notte per tutti i giorni del periodo estivo, dal 9 giugno al 9 settembre. I servizi serali continueranno anche nella stagione invernale. Per quanto riguarda il controllo delle strade, spiccano gli 80 sequestri eseguiti durante l’estate 2018 per mancata assicurazione e i 340 verbali per mancata revisione.

Auto della Polizia locale salodiana al Comando di via Fantoni.

 

I commenti sono chiusi.