Sub scomparso, un’altra giornata di ricerche vane

ALTO GARDA - Sono continuate anche oggi, purtroppo senza esito, le ricerche del sub polacco Adam Krzystof Pawlik, non rientrato dopo un'immersione effettuata sabato nelle acque di Limone.

Adam Krzystof Pawlik è stato cercato per tutto il giorno, ma di lui nessuna traccia. All’opera Vigili del Fuoco, Guardia Costiera e Volontari del Garda.

I sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Riva e Milano e quelli dei volontari hanno cercato a lungo in profondità, senza esito.

L’uomo, un sub esperto, titolare di un centro di immersioni a Katowice, dove viveva, si era immerso nel pomeriggio di sabato nelle acque di Limone. Da allora nessuno l’ha più visto.

Sono stati gli amici che erano con lui (alloggiano al campeggio Garda, a Limone) a dare l’allarme, nella notte tra sabato e domenica. Hanno atteso invano che Adam rientrasse, poi hanno allertato i soccorsi.

Adam Pawlik in una foto tratta dal suo profilo Facebook.

Il gruppo fa parte di un team di appassionati di immersioni, sul lago per tentare di raggiungere profondità record, oltre i 300 metri.

È il terzo sub polacco a perdere la vita in poco più di un anno nelle acque del Garda. Un destino triste che era già toccato a Darius Pawlusz, il 9 giugno del 2017, e a Waclaw Lejko, il 22 settembre dello scorso anno.

Le ricerche proseguiranno anche domani, martedì 16.

Adam Pawlik in una foto tratta dal suo profilo Facebook.

 

I commenti sono chiusi.