Palio del Groppello, 2018, vince la cantina Marsadri di Raffa di Puegnago

SALÒ – La storica Cantina Marsadri, fondata nel 1879, si aggiudica la 48esima edizione del Palio del Groppello. È suo il miglior vino prodotto in purezza col vitigno principe del Garda.

L’incoronazione nei giorni scorsi al ristorante Cascina San Zago di Salò. Erano tre i finalisti in lizza per il riconoscimento assegnato ogni anno dai membri del Gran consiglio della Confraternita del Groppello, sodalizio oggi presieduto da Massimo Piergentili e costituito negli anni Settanta per salvare questo vitigno autoctono, allora poco coltivato e a rischio di abbandono, visto che richiede cure particolari e presenta rese molto basse.

Il Gran Consiglio della Confraternita del Groppello.

La sua salvaguardia è stata una fortuna per l’enologia gardesana: oggi questa varietà a bacca rossa è alla base di tutti i vini rossi e rosati del lago. Diciotto quelli partecipanti al Palio della Confraternita, tutti vini Groppello in purezza, prodotti da altrettante cantine.

La prima selezione decretata da un panel di esperti, nove enologi e un sommelier, ha individuato i tre finalisti: Avanzi di Manerba, Franzosi di Puegnago e appunto il vincitore, Marsadri di Raffa di Puegnago.

Il premio è stato consegnato alle allo storico patron Vincenzo Marsadri.

uva gruppello
Un grappolo, ormai maturo, di uva Groppello, varietà Mocasina.

 

 

I commenti sono chiusi.