Il tenente Ingravalle e gli uomini dimenticati del battaglione Val Camonica

SALÒ – Questa sera, giovedì 11 alle 20.30 in biblioteca, per il ciclo dedicato alla letteratura di montagna promosso dal Cai, Sergio Boem presenta il libro «Tra le pieghe di una vita», dedicato alla Grande Guerra.

Sergio Boem (classe 1964), gardesano, alpino, appassionato di storia, alpinismo e ambiente, racconta in questo libro documentatissimo e appassionate la storia dei dimenticati uomini del battaglione Val Camonica ricostruita attraverso i documenti d’archivio e familiari, trovati tra le carte di casa e combinati a testimonianze, ricerche e visite nei luoghi della memoria.

La vicenda personale – quella del tenente Ubaldo Ingravalle, nonno materno dell’autore – si intreccia con i grandi avvenimenti nazionali e internazionali. Una piccola storia capace di raccontare il Novecento, le due guerre, la Repubblica di Salò, le foibe e l’esodo giuliano dalmata.

Con questo libro Boem si è peraltro meritato il premio IFMS (International Federation of Mountain Soldiers). L’IFMS è una federazione tra associazioni nazionali di soldati, in armi, congedati, di riserva o a riposo, con specifico addestramento montanaro. Vi fanno parte tutti gli associati Ana.

Il libro si inserisce a pieno titolo nel novero delle memorie fondanti dell’alpinità, non limitandosi a ricostruire, con capillare ed acuta ricerca, le vicende belliche di un valoroso battaglione alpino, ma penetrando nella realtà quotidiana dei combattenti, restituendo al lettore figure ormai mitiche della Grande Guerra e realizzando felicemente collegamenti critici con il presente.

Insomma, un libro da leggere per cercare di capire il sacrificio dei nostri nonni.

Interviene il Coro San Matteo di Villanuova sul Clisi. L’ingresso è libero.

 

I commenti sono chiusi.