Magica Vela, una barca per l’integrazione sportiva

MONIGA - Un progetto di “Vela per tutti” e una nuova deriva proveniente dall’Australia, il cui varo è previsto al porto vecchio di Moniga del Garda il prossimo giovedì 25 aprile alle ore 15.

Dopo la presentazione in piazza Duomo a Crema, lo scorso sabato, la nuova barca “Magica Vela”, una deriva modello Hansa 303, permetterà a tante persone con disabilità fisica o psichica di avvicinarsi all’arte di scivolare sull’acqua sospinti dal vento. E sarà inaugurata con una grande festa aperta a tutta la comunità locale.

L’idea è dell’Associazione Vela Crema, che ha base nautica a Moniga del Garda e che ha ideato il progetto “Vela x Tutti”, ma il sostegno economico viene dal Rotary Club Crema e dal Rotary Club Soncino-Orzinuovi.

Si tratta di una piccola barca biposto dalle vele gialle, colore simbolo del sole e dell’energia, ed è stata appositamente studiata in Australia per essere condotta da persone con disabilità con a bordo un accompagnatore; questo tipo di deriva è presente in un centinaio di esemplari in Italia ed è diventata in tutto il mondo simbolo di socializzazione e integrazione sportiva attraverso la vela. Un’esperienza unica ed emozionante, di contatto diretto con il lago e la natura.

La vela è determinazione, coraggio, controllo, genera sensazioni intense, è evasione e soddisfazione. A bordo di Hansa 303 una persona con disabilità potrà veleggiare godendo delle bellezze del paesaggio gardesano, sperimentando il vento tra i capelli, il sole sulla pelle e l’ebbrezza di condurre una piccola barca a vela.

La barca di Magica Vela a Crema.

 

Alla cerimonia del varo parteciperanno il sindaco e il parroco di Moniga, rispettivamente Lorella Lavo e don Giovanni Berti (che benedirà la barca prima del varo), il presidente della XIV zona Fiv (Federazione italiana vela) Rodolfo Bergamaschi e il consigliere federale Domenico Foschini, più un centinaio di soci dei due club.

«Grazie al generoso contributo dei due Rotary Club – commenta Britta Sacco, presidente dell’Associazione Vela Crema – il nostro circolo velico ha raggiunto un ambizioso traguardo, che si era prefissato già da tempo, ovvero quello di riuscire a portare in barca a vela anche i disabili e insieme a loro accompagnatori normodotati. Un progetto socio-sportivo legato alla promozione e all’insegnamento dello sport della vela e finalizzato all’integrazione».

Il progetto si realizza grazie alla generosità dei soci dei Rotary Club Crema e Soncino-Orzinuovi.

«Il Rotary è un’associazione mondiale che opera per consolidare l’amicizia tra i soci e migliorare le condizioni di vita, con particolare riguardo alle persone più svantaggiate – afferma Alfredo Fiorentini, presidente del club cremasco –. Da qui, l’idea di questa barca a vela speciale: uno strumento non solo per includere attraverso lo sport, ma anche per sensibilizzare la comunità alla tutela dell’ambiente. Un altro tema molto caro a noi rotariani».

Il presidente del Rotary Club Soncino-Orzinuovi Enzo Montini ricorda che «i due club insieme, quest’anno e per i prossimi tre anni, vivranno la “Rotta dell’Emozione”», un programma che vedrà i due sodalizi operare in stretta sinergia. «E il progetto “Vela x tutti” percorre completamente i valori che condividiamo di amicizia, integrità, diversità e servizio».

“Vela x tutti” include attività socio-educative e sportive, ambiti in cui da anni opera l’associazione Vela Crema, con sede a Crema e base nautica a Moniga del Garda, che promuove la vela attraverso numerose iniziative: i corsi velici con la partecipazione delle scuole, i weekend in barca, il camp per bambini e ragazzi, le patenti nautiche e ora anche “Vela x tutti”, che grazie al contributo dei due Rotary Club diventa una nuova opportunità sportiva per chi ha disabilità. Con questa giornata l’associazione velica inaugurerà anche la stagione estiva.

Saranno presenti al varo i rappresentanti delle associazioni Anffas di Desenzano e Anffas di Crema e Over Limits di Crema. L’evento sarà accompagnato dalla tromba del M° Paolo Turrina.

 

I commenti sono chiusi.