L’arpista Elena Piva e il quartetto Infonote per Suoni e Sapori del Garda

GARDONE RIVIERA – Domenica 16 alle 21.15 a Fasano Sotto, nella chiesa Parrocchiale dei Ss. Faustino e Giovita 21.15, brani per arpa e quartetto d’archi. Al termine del concerto degustazione olio e vino.

Si tratta del quarto concerto della rassegna Suoni e Sapori del Garda. L’appuntamento vedrà protagonisti l’arpista Elena Piva e il Quartetto d’archi Infonote, con Igor Della Corte, Francesco Bonacini ai violini, Emilio Eria alla viola e Marco Righi al violoncello.

Al termine della serata sarà offerta una degustazione olio e vino a cura dell’Azienda agricola Il Roccolo di Polpenazze del Garda e Associazione Strada dei vini e dei Sapori del Garda

Elena Piva (nella foto sopra) si diploma in Arpa al il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze nel 1992 con il massimo dei voti e la lode e si perfeziona in seguito con docenti di fama internazionale. Nel 2000 ottiene il posto di Prima Arpa nell’ ORCHESTRA SINFONICA DI MILANO “G. Verdi”, ruolo che occupa a tutt’oggi. Numerose le tournée e le collaborazioni con importanti enti lirici tra i quali Orchestra Filarmonica e Orchestra del Teatro “La Scala” e Orchestra del Teatro “La Fenice” di Venezia, sotto la direzione di importanti direttori tra i quali R. Chailly, D. Barenboim, F. Luisi, G. Pretre.

Ha eseguito come solista, in diverse occasioni, il Concerto di Mozart per arpa, flauto e orchestra con formazioni quali “I Solisti Veneti” e l’Orchestra Sinfonica di Milano “G. Verdi”. Con quest’ultima ha eseguito i concerti di Gliere, Haydn, Boieldieu, Rodrigo e Skerjanc e ha anche inciso per la DECCA il concerto di N. Rota per arpa e orchestra e, dello stesso autore, “Sarabanda e Toccata” e “Il Padrino” per Arpa sola. Intensa anche l’attività in formazioni da camera, dal duo (con flauto, oboe, violino, corno, soprano, duo d’arpe) al settimino.

PROGRAMMA

VIVALDI (1678 – 1741) – Concerto in Re mag. RV 93 (Allegro, Largo, Allegro)

J.F. HAENDEL (1685 – 1759) – Concerto in si b magg. (Allegro moderato, Larghetto, Allegro moderato)

J.C. BACH (1735 – 1782) – Sinfonia concerto (Allegro assai, Andante, Presto)

P.I. TCHAIKOVSY (1840 – 1893) – Adagio molto in mi b magg.

J. MASSENET (1840 – 1893) Thais “Meditation” per violino e arpa

P. MASCAGNI (1863 – 1945) Intermezzo da “Cavalleria Rusticana”

M. GRANDJANY (1891 – 1975) Air in classic style

chiesa fasano
La chiesa parrocchiale di Fasano, frazione di Gardone Riviera.

 

Il Festival propone un circuito di spettacoli ad ingresso libero inseriti in un unico cartellone, con il diretto coinvolgimento dei Comuni afferenti all’intero bacino lacustre e al suo immediato entroterra. Il maestro Tedesi, coadiuvato dalla sua Associazione Culturale Infonote presieduta da Gloria Pedrazzini, ne ha assunto la piena direzione artistica, con l’intento di riuscire a coinvolgere sempre più comuni, anche delle province limitrofe. Quest’anno, ai comuni di Calvagese della Riviera, Gardone Riviera, Gargnano, Gavardo, Lonato del Garda, Moniga del Garda, Puegnago del Garda, Salò, San Felice del Benaco, Tignale e Toscolano Maderno, si aggiungono i comuni di Castelnuovo del Garda, Desenzano del Garda e Torri del Benaco.

Anche per il 2019 l’obiettivo è quello di coniugare musica, cultura e sapori attraverso le visite guidate ad alcuni luoghi del festival, con l’Associazione culturale La Melagrana, e le degustazioni di vino e olio offerti dai soci delle associazioni Strada dei Vini e dei Sapori del Garda e Consorzio Olio Garda dop.

Grazie alla collaborazione con il Consorzio Lago di Garda Lombardia il Festival si propone di contribuire alla valorizzazione delle località che ospiteranno i luoghi dei concerti in una sorta di percorso ideale attorno al lago. La Comunità del Garda sovrintende al coordinamento istituzionale e amministrativo.

Chiesa Fasano
La chiesa parrocchiale di Fasano, frazione di Gardone Riviera.

 

I commenti sono chiusi.