Cosa succede all’aria del Garda?

LAGO DI GARDA - La mappa che vedete qui sopra è tratta dal sito di Arpa Lombardia e fotografa i dati relativi alla qualità dell'aria sul Garda nella giornata di oggi, venerdì 21 giugno. Dobbiamo preoccuparci?

Il sito di Arpa Lombardia, nella sezione dedicata alla qualità dell’aria, riporta quotidianamente i dati sui livelli di inquinamento atmosferico, rilevati, si legge sul sito, “da 85 stazioni fisse del programma di valutazione regionale, che monitorano le concentrazioni dei principali inquinanti 24 ore su 24. I dati rilevati permettono poi ad ARPA di stimare mediante modelli matematici i livelli di inquinamento atmosferico presenti in ognuno del Comuni della Lombardia e di prevederne i livelli i giorni successivi”.

Oggi (ma non è la prima volta) la zona gardesana, l’intera riviera e lo specchio d’acqua, presenta un indice di “qualità dell’ara” che è classificato come “scarso”.

La situazione sembrerebbe legata alla presenza di ozono (O3). Altre info qui.

Ora, senza voler sollevare allarmismi, ci piacerebbe capire come vengono rilevati questi dati sul Garda (e non solo)? Dove si trovano le centraline di rilevamento? 

Un tempo si veniva sul lago, si diceva, “a respirare un po’ d’aria buona”. E’ ancora così?

La mappa con l’indice della qualità dell’aria in Regione Lombardia pubblicata oggi sul sito Arpa.

 

I commenti sono chiusi.