La pesca a tavola: le proposte di Castelnuovo del Garda

CASTELNUOVO DEL GARDA - Anche Castelnuovo del Garda propone “La pesca a tavola”. Sino al 10 settembre, nei ristoranti aderenti, sarà possibile gustare piatti con la pesca igp di Verona. Intanto, eccovi la ricetta delle pesche sciroppate.

L’iniziativa vede coinvolti Sona, Villafranca, Valeggio sul Mincio, Bussolengo, Pescantina, Verona e il Comune capofila di Sommacampagna.

La pesca è uno dei primi prodotti frutticoli veneti ai quali il Ministero ha concesso l’indicazione geografica protetta per storicità e qualità. La zona di produzione della “pesca di Verona” igp è limitata alla provincia di Verona e comprende il territorio dell’alta pianura. Le pesche tipiche di Verona sono solo quelle a polpa bianca o gialla e le nettarine a polpa gialla. Il sapore caratteristico si deve al clima favorevole, favorito dalla protezione delle colline e dalla mitezza del Garda.

Questi i locali di Castelnuovo del Garda dove poter gustare piatti originali preparati con il gustoso frutto: ristorante La Meridiana (via Generale Zamboni, 9 a Sandrà), trattoria Al Morar (via Derna a Castelnuovo del Garda), ristorante Pina (via Stazione, 85 a Castelnuovo del Garda), ristorante pizzeria Modà presso hotel Mode Five (via Modigliani, 5 a Sandrà), b&b Pozzo dei Desideri (via Trento, 95a a Castelnuovo del Garda), Garda Relais (via Milano, 77 a Castelnuovo del Garda), Villa Rossella (via Camalavicina, 7 a Castelnuovo del Garda), L’altro b&b (via Mantovana, 64 a Cavalcaselle), agriturismo Corte Zenati (via Zenati, 9 a Castelnuovo del Garda).

Tutte le informazioni sull’iniziativa sul sito www.lapescaatavola.it.

 

La ricetta delle pesche sciroppate

Ingredienti: 2kg di pesche gialle sode e sane, 2 litri di acqua, 800g di zucchero.

Lavare le pesche ed asciugarle bene.

Preparare lo sciroppo facendo bollire l’acqua e lo zucchero per almeno 5 minuti e lasciarlo raffreddare. Tagliare le pesche a quarti senza privarle della buccia e disporle nei vasi, riempiendo gli spazi tra una fetta e l’altra.

Ricoprire con lo sciroppo freddo e tappare i vasi. Disporre i vasi in una pentola alta e coprirli di acqua facendola bollire a bagnomaria per 25 minuti. Toglierli dall’acqua e farli raffreddare.

Aspettare almeno due mesi prima di consumarle.

 

I commenti sono chiusi.