Ascensore panoramico al Bastione: Trento in visita

RIVA DEL GARDA - Una delegazione del Comune di Trento è stata a Riva martedì 6 agosto, in visita al cantiere dell'ascensore inclinato panoramico del Bastione. I lavori, iniziati in febbraio, si concluderanno entro l'anno.

Per il Comune di Riva del Garda c’erano l’assessore alle opere pubbliche Alessio Zanoni e il responsabile dell’Ufficio viabilità Fiorenzo Brighenti, per il Comune di Trento l’assessore all’urbanistica e alla mobilità Alberto Salizzoni con il dirigente dell’Ufficio opere di urbanizzazione primaria ing. Bruno Delaiti, il capufficio geom. Giancarlo Zanella e il geom. Mauro Patton, con loro il titolare dell’impresa Icb geom. Lucio Carli, il collaboratore del coordinatore della sicurezza ing. Enrico Di Pippo, e per lo Studio Ingegneri Associati Fontana & Lotti-Lorenzi gli ingg. Antonio Lotti, Marco Fontana e Davide Lorenzi.

Per il collegamento con Povo, tema di cui a Trento si dibatte da anni (e per il quale lungamente si è pensato a una funicolare), il Comune ha fatto la stessa scelta (recentemente formalizzata da una delibera di assestamento di bilancio con cui il Consiglio comunale ha finanziato il primo lotto, da viale Trieste a Mesiano Ingegneria) fatta da Lido di Riva del Garda Immobiliare SpA per il collegamento dalla città al Bastione veneziano: un ascensore inclinato.

La delegazione in visita al cantiere.

 

L’ascensore di Riva del Garda, i cui lavori sono iniziati a febbraio per concludersi entro l’anno, riprende l’idea della seggiovia realizzata negli anni Cinquanta e smantellata all’inizio degli anni Ottanta, rispetto alla quale il tragitto è stato spostato a nord, sul colmo del versante alle pendici della Rocchetta, direttamente sotto il Bastione.

La stazione di partenza è in un edificio interrato, quella d’arrivo si trova al piano inferiore del ristorante, nascosto rispetto al piazzale panoramico davanti alla torre. La via di corsa dell’impianto è costituita da profilati ad H su plinti a un interasse di otto metri, con uno sviluppo di 208 metri per un dislivello di 130. La previsione è di una media tra 400 e 500 passeggeri al giorno per circa 150 mila passaggi annui.

Oggi il Bastione si raggiunge a piedi con una passeggiata di circa mezz’ora; col nuovo ascensore si impiegheranno circa due minuti, con una vista panoramica sul lago e sulla città che da sola costituirà una notevole attrazione.

I lavori sono eseguiti da «ICB – Impresa Costruzioni Bassosarca» di Arco, capogruppo dell’Ati che comprende anche e la «Maspero elevatori SpA» di Como.

La seggiovia realizzata negli anni Cinquanta e smantellata all’inizio degli anni Ottanta.

 

Descrizione del progetto

l progetto prevede la realizzazione di un ascensore panoramico inclinato totalmente automatico ad uso pubblico, a collegamento del centro storico di Riva del Garda con il Bastione veneziano. Si tratta di un impianto meccanico che riprende la logica della seggiovia realizzata negli anni ’50, smantellata all’inizio degli anni ’80.

L’intervento prevede lo spostamento a nord del tracciato originale, sul colmo del versante alle pendici della Rocchetta, direttamente sotto il Bastione.

Il Bastione veneziano è l’elemento che caratterizza il contesto dell’intervento.

Il complesso fortificato del Bastione deriva la sua denominazione dalla robusta torre militare cinquecentesca a pianta circolare in calcare bianco, ma risultava in realtà ben più articolato di quello che appare oggi, come risulta nella “cartolina viaggiata” del 1899.

Per contenere al massimo l’impatto paesaggistico della nuova infrastruttura si è cercato di adeguare il posizionamento delle vie di corsa al profilo esistente, mantenendo la base di scorrimento dell’ascensore il più possibile vicino a terra.

Per l’accesso dei visitatori a valle si mantengono le scalinate e i muri in pietra di epoca maroniana. La stazione sarà realizzata attraverso una riorganizzazione dei volumi esistenti in un fabbricato unico con tipologia ipogea, posto su nuovo sedime nel rispetto dell’allineamento dei terrazzamenti originari.

Più informazioni su: https://www.fll.tn.it/lavori/11-infrastrutture-pubbliche/31-ascensore-inclinato-riva-bastione2

Riva del Garda vista dal bastione.

 

 

I commenti sono chiusi.