Valvestino nell’Impero, domenica rievocazione dal sapore austro-ungarico

MOERNA – In Valvestino, territorio dell’Impero austro-ungarico fino al 1918, per un giorno tornano a sventolare gli stendardi con l’aquila della casa asburgica. Domenica 18 c'è la decima edizione di "Valvestino nell'impero".

La Valvestino celebra il genetliaco di Franz Joseph I, imperatore d’Austria e re d’Ungheria, oltre che re del Lombardo Veneto fino al 1866. Appartenente all’Impero austro-ungarico fino al 1918 e al Trentino fino al 1934, questa valle a cavallo tra l’Alto Garda e l’Eridio conserva ancora, soprattutto nei ricordi degli anziani, un forte legame con la cultura tirolese. Ed anche quest’anno, per fare memoria delle proprie radici, il Comune promuove, nell’anniversario della nascita di Francesco Giuseppe, l’evento «Valvestino nell’impero».

 

valvestino impero
Il gruppo Schützen in una delle precedenti edizioni.

 

Quest’anno la festa si apre già sabato 17, quando, dalle 20, si potrà visitare il campo militare austroungarico, degustare la «minestra del soldato» e assistere alle scaramucce notturne tra i soldati francesi e austriaci.

 

Valvestino impero
Franz Joseph I, imperatore d’Austria e re d’Ungheria, con la principessa Sissi.

 

Poi, domenica 18, una intensissima giornata di manifestazioni e rievocazioni. Tre colpi di cannone, alle 10 in punto, annunceranno l’apertura dell’evento. 

 

Dopo le messa in san Rocco, la sfilata verso verso i borgo di Moerna.

 

Il programma: alle 10 apertura dei mercatini nelle vie del borgo; alle 10.30 messa in San Rocco, poi la sfilata di Cecco Beppe, imperatore d’Austria e re d’Ungheria, con la principessa Sissi, la sua corte e la scorta degli Schützen; alle 12 il pranzo a base di spiedo (conviene prenotare al 0365.74063). Nel pomeriggio ancora rievocazioni e spettacoli.

 

 

 

I commenti sono chiusi.