Tignale: si ferisce mentre fa canyoning

0

TIGNALE – Un turista 25enne si è ferito martedì 5 agosto a Tignale, mentre faceva canyoning lungo il corso del torrente Vione. Il ragazzo è scivolato, cadendo sulle rocce sottostanti un piccolo salto d’acqua. Fortunatamente non è grave. 

L’incidente si è verificato attorno alle 16. Particolarmente complesso l’intervento degli operatori sanitari di Tignale Soccorso, impegnati a lungo per raggiungere la zona dell’incidente, accessibile solo attraverso un percorso particolarmente accidentato. Sul posto anche l’eliambulanza del 118.

Alla fine il giovane è stato recuperato e trasportato alla Poliambulanza. Le sue condizioni non destano particolari preoccupazioni.

Tignale è un paradiso per gli appassionati di canyoning, pratica sportiva che consiste nella discesa di corsi d’acqua. Qui molti appassionati si ritrovano per camminare, scivolare,tuffarsi e nuotare il lungo il greto dei ruscelli che dai monti scendono verso il lago, a tratti dolcemente, a tratti con salti e cascate che alimentano piccoli invasi, vere e proprie piscine naturali immerse nella natura.

La storia geologica dell’Alto Garda ha creato ambienti ideali per la pratica del torrentismo.I torrenti di Tignale, in particolare, sono particolarmente vocati per questo tipo di attività. In paese operano diverse associazioni alle quali potrete rivolgervi per un primo approccio a questa disciplina (info presso l’Ufficio Unico del Turismo; 0365.73354; tignale.org).

Il canyoning non è riservato solo agli esperti: è una disciplina accessibile a tutti. Ci sono comunque alcune regole da rispettare. Dal 2012 a Tignale è in vigore un dettagliata normativa per il canyoning, la cui pratica è consentita da aprile a settembre, dalle 8.30 alle 18 (ultima uscita), con l’accompagnamento di guide qualificate. La pratica individuale “amatoriale” è consentita solo a persone esperte. Per praticare il canyoning è in ogni caso obbligatorio accreditarsi preventivamente presso l’Ufficio Unico del Turismo versando una quota individuale di 2 euro.

 

canyoning
Una piscina naturale in un torrente di Tignale

Lascia una risposta