Ultramaratona e ultratrail: esperienze ed emozioni

0

ARCO (TN) – S’intitola «Ultramaratona e ultratrail: esperienze ed emozioni raccontate da Sonia Lutterotti e Roldano Marzorati» la serata che si tiene venerdì 12 febbraio a Palazzo Panni ad Arco (l’inizio è alle ore 20.30).

Relatori sono i due forti atleti tesserati Gardasportevent (www.gardasportevents.it), assieme a Matteo Simone, noto medico psicologo dello sport e autore di numerose pubblicazioni sul tema. La serata vuol essere l’occasione per conoscere, dall’esperienza viva e diretta di due protagonisti, due pratiche sportive di grande interesse e, ormai da alcuni anni, in continua espansione.

Con ultramaratona si indicano tutte le gare di corsa a piedi che hanno una distanza superiore ai 42,195 chilometri della maratona; l’ultratrail (in italiano traducibile letteralmente come «ultrasentiero») è una specialità della corsa a piedi svolta normalmente in ambiente naturale, per lo più in montagna, con dislivelli positivi e negativi molto rilevanti, un chilometraggio elevato e limitati posti di ristoro. In entrambi i casi, si tratta di competizioni in cui non per vincere non conta solo la prestazione atletica com’è tradizionalmente intesa, ma anche e soprattutto la resistenza e la forza psicologica. Infatti in queste discipline è spesso sovvertito il normale ordine che vuole favoriti gli atleti giovani: le gare di ultramaratona e ultratrail, infatti, non solo sono praticate, ma spesso vinte da atleti in là con gli anni. Questo perché a fare la differenza è la forza mentale, la resistenza, la capacità di concentrazione, visto che si tratta di gare che possono durare svariate ore, oppure giorni, a seconda della formula.

«Da questa serata ci aspettiamo che crei interesse e dibattito – spiega l’assessora allo sport e turismo Marialuisa Tavernini – dato che i temi sono numerosi e diversi; ad esempio il rapporto sport-età, che implica consapevolezza dei propri limiti, attenzione alle esigenze del corpo, prudenza. Una ltro tema è l’alimentazione: per ottenere risultati agonistici di rilievo quando si è in là con gli anni, infatti, l’alimentazione è fondamentale. Sonia Lutterotti e Roldano Marzorati da qualche anno seguono una dieta vegana e hanno riscontrato un miglioramento delle prestazioni, e anche questo mi pare un tema interessante. E più in generale mi piace pensare che sempre di più Arco si confermi una patria degli sport outdoor e del benessere legato ad uno stile di vita dinamico».

Sonia Lutterotti

Nata a Riva del Garda il 20 marzo 1961, ha iniziato a correre all’età di 47 anni, libera da vincoli familiari, dimostrando una innata predisposizione per le ultramaratone e, grazie agli ottimi risultati, arrivando a vestire la maglia della nazionale italiana nella specialità corsa 24 ore.

2010 il primo trailrunning; 7ª donna al trail del monte Beigua 76 km

2011: Trail Internazionale delle Canarie: Transgrancanaria 96 km, 2ª donna

2012: 9ª donna alla Abbots way ultra trail 125 km, 1ª assoluta alla 12 ore di San Benedetto del Tronto.

2013: 1ª donna alla 6 ore indoor di Piancavallo, 9ª donna al Tuscany Crossing 50 km, 5ª donna alla 100 km delle Alpi, 1ª assoluta alla 24 ore di San Benedetto del Tronto che con 183 km percorsi la inserisce nel ristretto gruppo di atlete seguite dallo staff della nazionale 24 ore

2014: 5ª donna alla 6 ore del Brenta, 1ª donna alla 24 ore internazionale di Torino con il nuovo personale di 193,400 km, 6ª donna al Tuscany Crossing 100 km Siena, 6ª donna alla Nove colli running 202 km Cesenatico, 3ª donna alla 12 ore trail del Parco Carnè Ravenna, 2ª donna alla 24 ore di Putignano Bari (campionato italiano), 4ª alla 24 ore internazionale di Barcellona col nuovo primato personale di 202,876 km che le permette di vestire la maglia della nazionale italiana di 24 ore running.

2015: Maggio, 3ª donna alla 6 giorni Emu day world trophy di Ungheria (gara con le migliori specialiste del mondo) con la distanza di 692,231 km, record nazionale di categoria F50 sulle 72 ore, terza prestazione nazionale di sempre su 6 giorni; Giugno, 1ª donna alla prima edizione della 24 h della Val Rendena; Luglio, 2ª donna alla 100 km di Asolo.

Roldano Marzorati

Nato a Limbiate il 30 novembre 1958, ha sempre praticato sport: prima atletica (mezzo fondo) poi con distanze sempre più lunghe e incursioni nel triathlon, distanza Ironman: 3 volte finisher: Svizzera 2006, Austria 2007, Francia 2008.

All’attivo anche diverse gran fondo sia in bici da corsa (Nove colli bike) sia in MTB (24 ore val Rendena); dal 2009 innumerevoli volte finisher in ultramaratone e ultratrail in Italia e all’estero; 4 volte finisher alla Transgrancanaria 125 km gara internazionale di ultratrail Gran Canaria; 2 volte finisher alla ultratour du Leman 175 km gara su strada in Svizzera; 1 volta finisher a Gran raid dei Pirenei 160 km gara di ultratrail Francia; 1 volte finisher a Grand Raid Cro-Magnon ultratrail 112 km Francia; 2 volte finisher Gran Trail Valdigne 100 km Val d’Aosta; 2 volte finisher Abbots Way ultra trail 125 km; 2 volte finisher 100km del Passatore; 2 volte finisher 100 km delle Alpi; 1 volta finisher 9 colli running 202 km; 2 volte presente alla 6 giorni del Pantano (PZ) unica gara in Italia: Podio nel 2014: vice campione italiano Iuta (Italian Ultramarathon and Trail Association).

Stagione 2015: Maggio, Prima volta presente alla 6 giorni Emu Day world trophy gara internazionale: 12° uomo, 1° italiano, miglior prestazione stagionale italiana, 701 km (stabilendo il proprio personale); Giugno, 1° posto alla prima edizione della 24 h running della valle Rendena; Settembre, 5° posto alla 6 h di Teodorico Ravenna; Ottobre, 2° posto nella 24 h di Putignano Bari e nuovo P. B. con 200,5 km; Dicembre, 1° posto nella 24 h di Lavello Potenza.

Personale sulle ultradistanze:

100 km: 10 h 50’;

6 h: 65, 200 km

12 h: 112 km

24 h: 200,500 km

48 h: 262,832 km

6 day: 701,156 km

Matteo Simone. Psicologo, psicoterapeuta della Gestalt, terapeuta E.M.D.R. (Eye Movement Desensitization and Reprocessing). Master Interuniversitario di Psicologia dello sport – Università degli Studi di Roma “Foro Italico”. Master in Ipnosi Ericksoniana – Scuola Italiana di Ipnosi e Psicoterapia Ericksoniana. Specializzato in disturbo post traumatico da stress, dipendenze, promozione del benessere psico-fisico emotivo e relazionale, potenziamento delle risorse di autoefficacia e competenza. Referente psicologo per il Lazio del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta (C.I.S.O.M.). Dal 2009 si occupa di psicologia dell’emergenza, realizzando interventi sul campo (terremoti di Abruzzo ed Emilia, naufragio al largo di Lampedusa). Psicologo dell’emergenza dell’Ordine degli Psicologi del Lazio. Corso Seekers After Truth (SAT) sulla Psicologia degli Enneatipi mirato al processo di auto-conoscenza personale condotto e coordinato dal Dr Claudio Naranjo. Corso di Meditazione Vipassana come insegnata da S.N. Goenka nella tradizione di Sayagyi U Ba Khin presso il Centro di Meditazione Vipassana Dhamma Atala Europa di Marradi. Protocollo di ricerca presso il SERT di Capena. Il progetto, denominato “L’utilizzo dell’EMDR nei percorsi terapeutici e riabilitativi con i pazienti tossicodipendenti “prevede l’applicazione del metodo EMDR (Eyes Movement Desensitization and Reprocessing, protocollo di Popky) come integrazione alle terapie standard allo scopo di valutare l’efficacia del metodo per una sua futura applicazione elettiva nel trattamento delle tossicodipendenze. Attività di supporto psicologico con pazienti affetti da gravi patologie, con le vittime di eventi traumatici e loro familiari. Sport praticati: podismo, capoeira, ultramaratone, ciclismo.

Articolista ed autore dei libri: Sviluppare la resilienza Per affrontare crisi, traumi, sconfitte nella vita e nello sport, MJM Editore, 2014 – Doping Il cancro dello sport, Edizioni Ferrari Sinibaldi, Milano, 2014- O.R.A. Obiettivi, Risorse, Autoefficacia. Modello di intervento per raggiungere obiettivi nella vita e nello sport, Edizioni ARAS, Fano, 2013- Psicologia dello sport e dell’esercizio fisico. Dal benessere alla prestazione ottimale, Sogno Edizioni, 2013- Psicologia dello sport e non solo, Aracne editrice, Roma, 2011.

Ultra trail
La conferenza stampa di presentazioje della serata. Da sinistra: Roldano Marzorati, l’assessora Marialuisa Tavernini e Sonia Lutterotti.

Lascia una risposta