Furti sul treno, arrestato a Desenzano un 28enne rumeno      

DESENZANO – Gli agenti del Commissariato di Desenzano hanno arrestato un cittadino rumeno di 28 anni, in Italia senza fissa dimora e con precedenti in materia di reati contro il patrimonio, per furti a bordo del treno sulla tratta Vienna-Milano.

Il 28enne agiva durante la notte, approfittando del buio e cogliendo le vittime durante il sonno. Gli è stato contestato il furto di denaro contante, pc portatile e telefonini.

Una delle vittime, mentre il treno era in prossimità della stazione di Desenzano, si avvedeva del furto e avvisava il capotreno, che a sua volta richiedeva l’intervento di una volante del Commissariato, ripartendo però prima dell’arrivo di quest’ultima.

Gli operatori rintracciavano il sospetto, che nel frattempo era sceso dal treno e si stava allontanando dalla stazione, e dopo averlo bloccato lo trovavano in ossesso della refurtiva.

Il sospettato è stato condotto alla Questura di Brescia e tratto in arresto per furto aggravato, danneggiamento aggravato (durante il tragitto verso la Questura ha danneggiato il finestrino dell’auto della Polizia) e resistenza a pubblico ufficiale.

Sottoposto all’udienza per direttissima, è stato condannato alla pena di 1 anno e 8 mesi di reclusione.

“Come ad ogni avvio di stagione turistica – fanno sapere dal Commissariato di Desenzano – abbiamo attivato una serie di servizi di controllo del territorio nei luoghi maggiormente frequentati e ritenuti più sensibili come: stazioni ferroviarie, porti, musei, parcheggi, adiacenze di complessi alberghieri e locali pubblici per contrastare scippi, furti in appartamento e borseggi.

Nell’ambito di questa attività sono state identificate 2934 persone, controllati 92 automezzi, eseguiti 12 posti di controllo su strada ed effettuate 24 verifiche su soggetti agli arresti domiciliari.

L’attività di controllo proseguirà  per tutta l’estate”.

Il Commissariato di Pubblica sicurezza a Desenzano del Garda.

 

 

 

I commenti sono chiusi.