In arrivo 16 nuovi posti letto accreditati a Villa San Pietro di Arco

ARCO - Sono in arrivo ulteriori 16 posti letto, che si aggiungeranno ai 20 già accreditati, per la struttura di Villa San Pietro ad Arco, che accoglie pazienti con problemi di salute mentale. Lo ha stabilito la Giunta della Provincia Autonoma di Trento.

Oggi la Giunta, su proposta dell’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, Stefania Segnana, ha definito un fabbisogno provinciale di 6 posti letto per l’area della salute mentale adulti e di 10 posti letto per la comunità ad alta intensità assistenziale per minori e giovani adulti.

944.181 la spesa complessiva prevista a carico della Provincia, mentre le tariffe da riconoscere al gestore sono di 142,30 euro per l’area adulti e a 300 euro per l’area minori /giovani adulti.

Villa San Pietro – spiega l’assessore Segnana – ha un ruolo importante, perché accoglie pazienti con compromissioni dell’autonomia personale e sociali gravi, per i quali serve una continuità assistenziale per 24 ore al giorno e 7 giorni su 7. La struttura, gestita dalla cooperativa Codess, si occuperà poi in particolare della riabilitazione di minori e giovani adulti con grave disagio psichico: proprio per questo, come amministrazione provinciale, abbiamo deciso di completare la filiera assistenziale arricchendola con il nodo della residenzialità ad alta intensità assistenziale rivolta a minori e giovani adulti che presentano situazioni complesse e disturbi neuropsichici, per dare una risposta sul territorio non solo ai pazienti, ma anche ai loro familiari”.

Villa San Pietro di Arco, gestita da Codess Sociale Società Cooperativa Sociale onlus di Padova, attualmente è autorizzata e accreditata per accogliere persone adulte con patologie psichiatriche per un totale di 20 posti accreditati. La “Residenza psichiatrica” ha operato fin’ora a regime esclusivamente a favore di utenza extra-provinciale. Nel 2018 è stato avviato un confronto con l’Azienda provinciale per i servizi sanitari di valutazione dell’integrazione del fabbisogno della provincia di Trento nell’area della salute mentale. In base agli esiti di questo confronto, il fabbisogno è stato valutato in ulteriori 6 posti letto per adulti e di altri 10 posti letto per minori e giovani adulti dai 13 ai 22 anni di età.

 

A tale scopo, Codess Cooperativa sociale Onlus ha elaborato un progetto per la realizzazione di un nucleo dedicato ai minori e ai giovani adulti presso la struttura Villa San Pietro di Arco. La gestione di situazioni di questo tipo richiede infatti la presenza di standard molto elevati in termini di adeguatezza della struttura, di organizzazione del servizio, nonché la presenza di figure professionali competenti che Codess può  assicurare.

Il progetto presentato da Codess è stato valutato dall’Azienda sanitaria, che ha contribuito alla stesura dello stesso attraverso numerosi momenti di confronto. Quindi è stato condiviso il progetto definitivo che prevede l’accoglienza di 10 minori/giovani adulti, la definizione delle modalità di accesso tramite UVM – Unità Valutativa Multidisciplinare – Età evolutiva di Apss, l’elenco delle attività riabilitative ed educative appropriate, la presenza di personale qualificato dedicato. Tale struttura si dovrà inserire a pieno titolo nella filiera dei servizi a favore dei minori pertanto dovrà operare in continuità e in stretto collegamento con la rete dei servizi specialistici territoriali, con i servizi sociali e con l’unità ospedaliera e dovrà rappresentare uno dei nodi della rete di assistenza per la salute mentale provinciale.

Si prevede un periodo sperimentale di circa 12 mesi, in cui l’attività della struttura sarà particolarmente monitorata da Provincia e Azienda sanitaria, oltre alle consuete forme di verifica periodica previste dalla normativa (audit di accreditamento e vigilanza tecnico-sanitaria).

 

I commenti sono chiusi.