Endometriosi, un incontro a Desenzano

DESENZANO - Sabato 1° giugno alle 10 presso Sala Peler-Palazzo Todeschini a Desenzano, l’incontro pubblico “Endometriosi: il dolore pelvico, l’aspetto psicologico e la fertilità” che vedrà la partecipazione di esperti provenienti da tutta Italia.

L’incontro è promosso dall’Unità Operativa Ostetricia-Ginecologia, unitamente all’Associazione Progetto Endometriosi ONLUS (A.P.E. Onlus) sedi di Brescia e Verona e con il patrocinio della Città di Desenzano del Garda.

La giornata, aperta alla popolazione, si pone l’obiettivo di informare su tutte le possibili cause del dolore pelvico cronico, in modo da aumentare la consapevolezza da parte delle pazienti.

Tale problematica è spesso gestita con terapie inadeguate poiché non è semplice per il medico riconoscerne l’origine e perché, in più della metà dei casi, è sostenuta da più cause richiedendo quindi un trattamento multidisciplinare. L’origine più frequente del dolore pelvico cronico è l’endometriosi, ma altre patologie come la sindrome del colon irritabile, la sindrome della vescica dolorosa, difetti muscolo-scheletrici o l’ansia e lo stress legato ai ritmi odierni possono coesistere o esserne all’origine.

Durante la giornata si parlerà inoltre della preservazione della fertilità.

La partecipazione alla giornata è gratuita (è gradita l’iscrizione mediante gli indirizzi [email protected] oppure [email protected]).

PROGRAMMA

10:00 Saluti del Direttore Generale di ASST Garda, C. Scarcella

10:10 Saluti del Direttore Sanitario di ASST Garda, N. A. Buccino

10:20 Presentazione evento, S. Zaglio, N. Amato

10:30 A.P.E. Onlus – Il punto di vista delle pazienti

I SESSIONE

MODERATORI N. Petrucci, Responsabile UOC Anestesia e Rianimazione Ospedale di Desenzano S. Zaglio, Direttore Dipartimento Materno Infantile ASST Garda

10:50 DOLORE PELVICO CRONICO: SOLO ENDOMETRIOSI? N. Amato – UOC Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Desenzano

11:30 DOLORE PELVICO CRONICO E CISTITE INTERSTIZIALE A. Calpista – Clinica Urologica Dipartimento di Scienze Oncologiche e Chirurgiche, AOU Padova

12:00 QUANDO LA CAUSA È L’INTESTINO D. Sgarbi – UO Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva Casa di Cura Pederzoli, Peschiera del Garda

12:20 IL CONTROLLO FARMACOLOGICO NON ORMONALE A. Rizzolo – UOC Anestesia e Rianimazione Ospedale di Desenzano

12:50 RADIOFREQUENZE: PRINCIPI E INDICAZIONI M. Palazzo – UOC Anestesia e Rianimazione Ospedale di Desenzano

13:20 LIGHT LUNCH

II SESSIONE

MODERATORI S. Zaglio, Direttore Dipartimento Materno Infantile ASST Garda N. Amato – UOC Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Desenzano

14:20 DOLORE PELVICO CRONICO: LA RIABILITAZIONE CON TERAPIA MANUALE E. Borella – Fisioterapista, Trento 14:40 IMPATTO STRESSOGENO E WELLNESS P. Ferrari – Psicololga, Mantova

15:00 MEDITAZIONE E COERENZA CARDIACA PER LA SALUTE L. Azzano – Maestra Yoga e Life Coach, Perugia

15:30 LA PRESERVAZIONE DELLA FERTILITÀ B. Engl – Clinica Donna Salus, Bolzano

16:00 CHIUSURA DEI LAVORI

 

Cos’è l’endometriosi

L’endometriosi è una malattia infiammatoria cronica invalidante che colpisce dal 10 al 15% delle donne in età fertile e ne condiziona la vita lavorativa, sociale ed affettiva; in Italia le donne affette da tale patologia sono circa 3 milioni; il picco si verifica tra i 25 e i 35 anni, ma la patologia può comparire anche in fasce d’età più basse.

La diagnosi arriva spesso dopo un percorso lungo e dispendioso, il più delle volte vissuto con gravi ripercussioni psicologiche per la donna, ciò a causa dei sintomi non specifici e del lungo e complesso training che il medico specialista dedicato deve aver compiuto prima di arrivare a riconoscerla e a gestirla nel migliore dei modi.

Il ritardo nell’identificare la patologia comporta una malattia più avanzata al momento della diagnosi e spesso infertilità. Direttamente correlato a questi aspetti bisogna annoverare anche il costo sociale (assenze dal lavoro in primis) e sanitario.

 

I commenti sono chiusi.