Tremosine, non convalidata l’elezione dell’ex sindaco Ardigò

TREMOSINE – Giovedì sera il Consiglio d'insediamento a Tremosine, dove Battista Girardi è stato riconfermato per il secondo mandato. Fa scalpore la mancata convalida, tra gli eletti, dell’ex sindaco Diego Ardigò.

Se prima delle elezioni si erano sollevati dubbi sulla compatibilità di Diego Ardigò con la carica di sindaco per le note questioni giudiziarie relative alla maxi lottizzazione abusiva di Campione del Garda, frazione di Tremosine (ne aveva scritto il Corriere della Sera: leggi qui), ora per l’ex primo cittadino tremosinese (sindaco per tre mandati, prima dal 1995 al 2004, poi dal 2009 al 2014 e nuovamente candidato sindaco alle elezioni del 26 maggio scorso) si profila l’incompatibilità con la carica di consigliere comunale.

Facciamo un passo indietro. Alle amministrative di maggio a Tremosine ha prevalso la lista Tremosine Futura del sindaco uscente Battista Girardi, 516 voti pari al 42,43%, contro il 35,53% di Ardigò e il 22,04% di Stefano Morandi.

I numeri avevano assegnato alla lista di Ardigò due seggi sui banchi dell’opposizione, uno per il candidato sindaco e l’altro per il candidato consigliere che aveva ottenuto il maggior numero di preferenze. .

Ma in occasione del Consiglio comunale di insediamento, giovedì 6, sono stati convalidati tutti gli eletti tranne appunto Ardigò, visto il sussistere di due liti pendenti con l’Amministrazione comunale che ne determinano l’incompatibilità, così come prevede l’articolo 63 del Testo unico degli enti locali.

L’articolo in questione recita: «Non può ricoprire la carica di consigliere comunale colui che ha lite pendente, in quanto parte di un procedimento civile od amministrativo, con il Comune».

Si registra anche la rinuncia dell’altro consigliere della lista Ardigò entrato in Consiglio, Beppino Girardi. Al suo posto, visto che anche Marco Perini, il secondo per numero di preferenze, ha rifiutato di sedersi in minoranza, entra in Consiglio Costante Rossi.

Quanto alla nuova Giunta, la carica di vicesindaco è nuovamente assegnata a Raffaella Dalò, che si occuperà di turismo, commercio, artigianato e agricoltura, politiche sociali ed assistenziali, gestione del Must e biblioteca civica.

L’altro assessore è Mario Planchesteiner, con deleghe a pubblica istruzione, cultura, attività sportive e ricreative, innovazione tecnologica, associazioni e politiche giovanili. 

Il municipio di Tremosine.

 

I commenti sono chiusi.