Natura Viva, giornata delle specie migratorie

0

BUSSOLENGO – Il Parco Natura Viva festeggia la Giornata Mondiale delle Specie Migratorie, domenica 10 maggio, organizzando “Fly away… with me!”, l’evento dedicato all’educazione dei più piccoli alla salvaguardia delle specie migratorie. 

Il Parco Natura Viva festeggia la Giornata Mondiale delle Specie Migratorie domenica 10 maggio, organizzando “Fly away..with me!”, l’ evento dedicato all’educazione dei più piccoli alla salvaguardia delle specie migratorie.

Nicoletta Perco sarà a disposizione per rispondere alle domande del pubblico sul progetto “Reason for Hope” per la reintroduzione in natura dell’Ibis eremita.

A partire dalle ore 14.30, all’ ingresso dei “Sentieri d’Africa”, l’ornitologo Riccardo Bombieri mostrerà al pubblico in che modo avviene l’inanellamento degli uccelli, al fine di poterne monitorare gli spostamenti tramite gps.

Inoltre, i bimbi partecipanti avranno a disposizione una plancia che riprende il famoso “gioco dell’oca”, grazie alla quale potranno conoscere più nel dettaglio la migrazione dell’ Ibis eremita.

E poi, potranno creare il proprio Ibis personale con del materiale messo a disposizione dal Parco, disegnare o ritagliare un modellino o fare un collage con materiale riciclato.

Reason for hope

Intanto a Salisburgo, nel campo di lavoro del Waldrappteam, trentadue pulcini di Ibis eremita sono pronti ad intraprendere l’addestramento che li condurrà in agosto a volare per oltre 800 kilometri alla volta dell’area di svernamento in Toscana.

La notizia arriva dal Parco Natura Viva di Bussolengo, unico partner italiano del progetto LIFE+ cofinanziato dall’Ue “Reason for hope”, che impegna i ricercatori austriaci nella reintroduzione in Europa dell’ Ibis eremita, specie migratoria estinta da quattrocento anni.

“A bordo del proprio ultraleggero, voleranno ancora alla testa dello stormo Corinna Esterer e Anne-Gabriela Schmalstieg, le mamme adottive che l’anno scorso hanno condotto i primi venti in una migrazione a dir poco rocambolesca”, afferma Johannes Fritz, capoprogetto del Waldrappteam.

“In questo modo, gli uccelli hanno imparato la rotta migratoria e sono stati in grado di tornare in Austria autonomamente, per trascorrere la stagione calda. Quest’anno possiamo contare su quasi il doppio degli esemplari – continua Fritz – e quindi abbiamo voluto in squadra una seconda coppia di genitori adottivi nella quale, per la prima volta, compare un papà: accanto a Lara Cibulski, Pablo Przesang si sta già preparando a questa fase di addestramento”.

E il Parco Natura Viva scalda i motori: il prossimo 10 maggio ricorreranno i festeggiamenti per la Giornata Mondiale delle Specie Migratorie, indetta dall’ UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ Ambiente).

“Partecipiamo alla campagna d’informazione delle Nazioni Unite portando alta la bandiera dell’Ibis Eremita, specie ormai diventata simbolo della salvaguardia della biodiversità “con le ali”, afferma Cesare Avesani Zaborra, direttore scientifico e presidente Uiza (Unione nazionale Zoo e Acquari).

“Basti pensare che nel 2014, oltre 10.000 uccelli sono stati folgorati sulle linee elettriche di ogni Paese toccato dalle rotte migratorie euroasiatiche e africane, mentre oltre 100.000 esemplari sono morti per collisione con le infrastrutture energetiche”, conclude Avesani Zaborra.

ibis eremita
Ibis eremita, specie rara e a rischio estinzione.

Lascia una risposta