Urban Green Mobility, il Garda si attrezza per la mobilità sostenibile

LAGO DI GARDA - Accordo tra Regione Lombardia e Governo: 400mila euro per il progetto di promozione per l’uso dei veicoli elettrici “100% Urban Green Mobility”. In arrivo altre colonnine di ricarica. Alla fine attorno al Garda bresciano ci saranno 62 punti di ricarica per auto e 32 per veicoli leggeri.

Nei giorni scorsi la Regione Lombardia ha firmato il protocollo con il Governo centrale per il finanziamento di 400mila euro che va a completare il progetto “100% Urban Green Mobility” realizzato da Garda Uno SpA.

Si tratta del programma di promozione, in forma strutturata e capillare, per l’uso dei veicoli elettrici quale “esperienza quotidiana basata sul concetto di uso abituale e continuativo dei veicoli green”. E, di conseguenza, per lo sviluppo di una rete di postazioni di ricarica 100% green con lo scopo di diffondere la mobilità elettrica sostenibile.

Da parte sua, Garda Uno ha deliberato investimenti per completare la rete di ricarica elettrica pari a 170mila euro nel 2018, 165mila nel 2019 e 100mila euro rispettivamente nel 2020 e 2021.

Distributori realizzati ed attivi che, al momento, sono 15, situati in varie località della riviera del Garda. Per la precisione, la prima fase vede a Sirmione e a Salò una ricarica (in futuro due), a Desenzano due (poi saranno tre), a Padenghe sul Garda, Tignale, Calcinato e Lonato (una ciascuna). Mancano all’appello ancora in questa prima tornata i comuni di Toscolano Maderno, Gargnano e Carpenedolo.

Il progetto, inoltre, prevedeva una seconda fase di lavori che sono stati già completati o in corso di ultimazione a Tremosine, Limone, Gardone Riviera,  Polpenazze e Leno.

Tra breve, sarà il turno di Campione del Garda, Manerba del Garda, S. Felice del Benaco, Soiano e Peschiera del Garda.

La terza ed ultima fase riguarderà, infine, i comuni di Calvagese della Riviera, Manerbio, Moniga del Garda, Muscoline, Pozzolengo, Puegnago e Roè Volciano.

Il progetto prevede alla fine una dotazione complessiva di 62 punti di ricarica per auto e 32 per veicoli leggeri.

“Ogni stazione – precisa il direttore operativo della multiutility Massimiliano Faini – avrà, oltre alla colonnina per la fornitura di energia, un punto luce e un pannello informativo sul quale verranno riportate le modalità di accesso al servizio e la localizzazione delle postazioni di ricarica installate nelle vicinanze”.

Massimiliano Faini, responsabile del Settore Energia e Mobilità di Garda Uno.

 

Un’altra notizia che giunge da Garda Uno riguarda l’affidamento da parte del comune di Pozzolengo della riqualificazione del suo centro sportivo per un investimento di oltre 600 mila euro.

L’accordo tra amministrazione comunale e Garda Uno riguarda un corposo intervento di riqualificazione del centro sportivo situato all’ingresso del paese che prevede, in sintesi, il rifacimento dei due campi da calcio, degli spogliatoi e la costruzione di un’infrastruttura dedicata al tennis.

In particolare, per gli appassionati della racchetta si tratta di un nuovo campo realizzato secondo i più moderni criteri sportivi. E ancora, il progetto ha in cantiere anche un nuovo campo da basket, una pista di skateboard e, infine, una struttura per manifestazioni e attività ricreative. Importo complessivo dell’intervento: circa 600 mila euro.

La sede di Garda Uno Spa, a Padenghe.

 

I commenti sono chiusi.