Finché c’è prosecco c’è speranza

VALTENESI - Filmfestival del Garda: lunedì 28 eventi per i più piccoli e i più grandi. In serata doppio appuntamento con la presentazione del libro e la proiezione del film "Finché c’è prosecco c’è speranza", in collaborazione con Festival Giallo Garda.

Dopo l’apertura di stasera al Cinema di Vestone con un omaggio al cinema di Dreyer e sonorizzazioni dal vivo di due capolavori dell’Espressionismo tedesco, l’undicesima edizione del Filmfestival del Garda si snoderà lungo tutta la settimana con tantissimi appuntamenti.

Domani, lunedì 28 maggio, la Valtenesi sarà protagonista con due eventi collaterali dedicati ai più piccoli e ai più grandi e, in serata, doppio appuntamento con la presentazione del libro e la proiezione del film “Finché c’è prosecco c’è speranza“, in collaborazione con Festival Giallo Garda.

 

Alle ore 9,30 presso la Scuola materna dell’infanzia Maffizzoli di Polpenazze D/G, Raccontami una storia: una selezione di cortometraggi d’animazione, in collaborazione con l’associazione Avisco.

Alle ore 15 la Comunità residenziale per anziani San Giuseppe di Polpenazze D/G ospiterà invece il documentario di Sara Poli Il gusto della vita (Italia, 2015, 64’). Il film, sul tema del cibo, è ambientato in alcune residenze assistenziali di Brescia e provincia.

Alle ore 20 alla Cantina Marsadri di Raffa di Puegnago, incontro e aperitivo con l’autore del libro “Finché c’è prosecco c’è speranza”, Fulvio Ervas.

E alle 21,30 sempre alla Cantina Marsadri, il film giallo omonimo (Italia, 2017, 100’) di Antonio Padovan tratto dal libro di Ervas.

 

Tantissimi gli eventi e le proiezioni che si susseguiranno per una settimana in varie location -Vestone, Brescia, San Felice, Raffa di Puegnago, Polpenazze, Gardone Riviera, Toscolano Maderno) – durante il Filmfestival del Garda, che si concluderà domenica 3 giugno con le premiazioni del concorso internazionale.

www.filmfestivaldelgarda.it

 

 

I commenti sono chiusi.