Notturnale: al Vittoriale lo spettacolo silenzioso di Baricco, Bertallot e Picco

GARDONE RIVERA - Dopo il grande successo della prime due edizioni, torna a grande richiesta  “Notturnale Tener-a-mente”: un suggestivo appuntamento a ingresso gratuito con tecnologia silent, udibile esclusivamente mediante apposite cuffie wifi.

Appuntamento domenica 16 giugno a partire dalle ore 21.30. L’evento permetterà di godere della magia notturna del parco del Vittoriale illuminato ad hoc, sotto lo scenografico tetto di stelle del Lago di Garda.

Lo spettacolo – anche quest’anno presentato da Yamaha in collaborazione con SilentSystem – sarà eseguito dal vivo con tecnologia silent e pertanto udibile esclusivamente mediante apposite cuffie wifi:
il pubblico sarà così libero di assistervi, di goderne l’ascolto sdraiato nel prato a contemplare le stelle del Garda, o di passeggiare nel parco monumentale, tra le suggestioni delle sue luci notturne.

Una suggestiva e intima esperienza multisensoriale, nel silenzio della notte, in cui la musica racconta e la letteratura suona.

PLAYnovecento live al Vittoriale nasce dal primo crossover fra libro e playlist su Spotify, la celebre piattaforma di streaming creata per la musica: Alessandro Baricco legge uno dei suoi grandi romanzi, Novecento, e Alessio Bertallot crea la colonna sonora, utilizzando i dischi in streamingCesare Picco, ospite d’accezione, interpreterà alcuni di questi brani al pianoforte.

L’ingresso è gratuito. Tuttavia, essendo disponibile un numero limitato di cuffie, è richiesta la prenotazione a questo link.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria. Check-in dalle 19:00. Le cuffie saranno consegnate agli spettatori previa esibizione della prenotazione (Conferma e QR CODE) e rilascio di un documento di identità valido (Carta di identità, patente o passaporto). Sarà consegnata tassativamente una sola cuffia per documento consegnato. Consigliamo agli spettatori di raggiungere la località del concerto con sufficiente anticipo.

Il presidente del Vittoriale Giordano Bruno Guerri durante una delle passate edizioni delle visite serali alla Prioria.

 

In occasione del Notturnale, il parco monumentale del Vittoriale sarà visitabile gratuitamente. Sarà inoltre possibile effettuare visite guidate serali alla casa di Gabriele d’Annunzio: info e prenotazioni su www.vittoriale.it.

ALESSANDRO BARICCO. Baricco scrive saggi e romanzi che vengono tradotti in buona parte del mondo. Ama il suono delle parole e mette musica in tutto ciò che scrive, che siano articoli per giornali, romanzi, racconti o testi per il teatro. “È stato Alessio Bertallot a farmi entrare nel mondo delle piattaforme digitali con PLAYnovecento. Mi è sembrata una prospettiva interessante. Mi sono fatto guidare da lui che ha molta più esperienza di me. È stato poi bello leggere integralmente Novecento, non lo avevo mai fatto, mi è piaciuto così tanto che ho deciso di farne uno spettacolo da portare in teatro”

ALESSIO BERTALLOT. È un musicista, autore e dj, nonché una delle menti più innovative del panorama musicale nazionale, punto di riferimento per la divulgazione di un nuovo tipo di esperienza sonora. Con Novecento ha trovato il romanzo su cui far gravitare uno dei suoi innovativi set, per la prima volta in streaming. “Tutti noi proviamo lo stesso disorientamento di Novecento di fronte a questo mondo di infinite possibilità, informazioni, musiche. È proprio questa la ragione di inventarsi PLAYnovecento: scegliere perché chi cerca musica, non si perda. Non è più il tempo di avere. È il tempo di scegliere.”

CESARE PICCO. «Sono un pianista seduto sullo sgabello d’occidente, le mie mani si allungano verso Oriente, gli occhi puntano la Stella Polare, mentre mi inebrio del profumi del Sud”. Scrive Il Sole 24 Ore: “Picco è un improvvisatore puro, è soltanto quello che suona e come lo suona. Un concerto di Picco vale sempre un viaggio anche da lontano. Gli intenditori lo ascoltano con attenzione particolare, perché sono consapevoli che un musicista in grado di frantumare insieme nel proprio linguaggio creativo Gyorgy Ligeti. Johann Sebastian Bach, Thelonious Monk e John Coltrane”.

 

I commenti sono chiusi.