Al Leone torna la mostra mercato del peperoncino

LONATO - Oggi e domani il centro commerciale ospita l’ottava edizione dell'evento dedicato al peperoncino con oltre 150 varietà differenti in esposizione. Ci sarà anche il Carolina Reaper, il peperoncino più piccante al mondo. In vendita anche l’Aji Charapita, la bacca piccante più costosa in assoluto.

Ottavo appuntamento con la mostra mercato del peperoncino al Leone Shopping Center di Lonato del Garda. Un appuntamento ormai atteso tutto l’anno da una clientela affezionata che, nell’ultimo weekend di agosto, sa di poter trovare al centro commerciale una vasta varietà di piante di peperoncino provenienti da tutto il mondo.

La manifestazione è in programma sabato 24 e domenica 25 agosto: questa edizione vede esposte più di 150 varietà differenti provenienti da oltre 20 Paesi diversi fra cui India, Brasile, Messico, Perù, Bolivia, Russia, Thailandia, Vietnam, Malesia e Cina portati sulle rive del Garda dalle sorelle Zaltieri, titolari dell’azienda agricola La Margherita di Gazoldo degli Ippoliti (Mn), vivaio specializzato in piante commestibili tra cui il peperoncino. Questa volta, i banchi ricolmi di frutti rossi delle sorelle Zaltieri si possono trovare all’esterno dell’ingresso centrale del Leone.

Intenditori e amanti del piccante come sempre potranno mettersi alla prova con i sapori più intensi grazie al PICA-TEST: una degustazione guidata per sperimentare i diversi gradi di piccantezza degli esemplari in mostra, da quello meno piccante al peperoncino più “hot”. Prima dell’acquisto, i clienti potranno assaggiare le bacche di peperoncino più interessanti per scoprire qual è il grado di piccantezza che si riesce a tollerare. La degustazione in entrambe le giornate è assistita dalle sorelle Zaltieri. Il pubblico inoltre avrà la possibilità di conoscere ed acquistare piante di varietà esclusive, apprendere le tecniche di coltivazione e conservazione più adatte al nostro clima, i livelli di maturazione e i gradi di piccantezza.

ss

 

Tra i protagonisti dell’esposizione anche quest’anno ci sarà il Carolina Reaper, il peperoncino più piccante al mondo: può raggiungere e superare i 2 milioni di gradi Scoville, il temibile Trinidad Moruga Scorpion dalla piccantezza definita “nucleare”. Ci saranno anche Bhut Jolokia, conosciuto come “Peperoncino Re Cobra” o “Ghost Chili” e i suoi derivati dai colori più svariati: Bhut Peach, Bhut White, Bhut Yellow e Chocolate Bhut, la grande famiglia dei Naga a partire dal Naga Morich, Naga Viper, King Naga, NagaLah e gli esclusivi Naga colorati, senza dimenticare il Seven Pod, la cui bacca è sufficiente per rendere piccanti 7 pentole di fagioli. Sfileranno anche le varietà classiche come il mitico Jalapeno e l’Habanero in tutte le sue varianti: Red Savina, Vietnam, White Bullet, Hot Lemon, Big Sun, Adalberto, Naranja per finire con l’Habanero Chocolate. Molto interessanti sono le varietà dette ‘Patio’ per le caratteristiche di forma contenuta e per la bellezza appariscente senza dimenticarne la piccantezza elevata: Krakatoa, Arcobaleno, Maui purple, Peruviano purple, Trifetti, Numex Centennial, Lingua di Fuoco, Salamandara, Bolivian Rainbow, Zofry, Numex Twiligth, Numex Halloween.

Non mancheranno le varietà di recente introduzione per gli appassionati dei Super Hot: PDN x Bhut jolokia, Purple Naga Viper, Douglah Billy Boy, The Beast, Jay’s Red, Yaki Blu e il Chocolate Reaper, versione Chocolate del piccantissimo Carolina Reaper. Tutti raggiungono piccantezze estreme, tutte da provare con il PICA-TEST.

Per gli amanti della tradizione saranno presenti anche i più famosi peperoncini naturalizzati italiani: Diavolicchio, Etna e Hot Mama e peperoncini tipici dell’Indonesia, come il Cabe Rawit. Quest’anno una fervida produzione anche dalla Thailandia con il Thai Dechai, Thai Lungo e Thai Dragon, dal Brasile con il Pingo de Ouro, dal Perù con il Peruviano arancio e da tutto il sud America con il Mini Rocoto e l’Aji Charapita, il peperoncino più costoso al mondo.

 

I commenti sono chiusi.