Povero lago… ci buttano anche l’amianto

0

ALTO GARDA – Lastre di cemento-amianto gettate nel lago. Ennesimo episodio di inciviltà, al quale si sta ponendo rimedio in queste ore con il recupero del materiale pericoloso.

Al lavoro ci sono gli operatori della Vrm di Angelo Modina, impegnati nel recupero dalle acque al largo di Torbole, nei pressi della foce del Sarca, di pannelli di eternit che giacciono sul fondale, su un’area di circa 200 mq a profondità variabile tra i 20 e i 55 metri.

La Vrm e il suo rov subacqueo stanno dando manforte alla ditta Braido sub di Trento, specializzata in lavori in ambiente subacqueo, incaricata del recupero dal Comune trentino e dalla Provincia autonoma.

Il materiale recuperato, pericoloso per la salute, sarà poi smaltito dalla ditta trentina Ecoopera.

La presenza di lastre di eternit nel lago era stata segnalata e denunciata tempo da alcuni sub.

Questo materiale di costruzione un tempo tanto usato nell’edilizia, oggi viene spesso smaltito, per negligenza o, per meglio dire, inciviltà, nelle campagne incolte, nelle periferie, lungo le strade provinciali e addirittura nel lago.

amianto recupero
Nel monitor di bordo si può vedere un pannello d’amianto agganciato dal rov per essere portato in superficie.

Lascia una risposta