Beethoven apre suoni e Sapori del Garda 2018

GARDONE RIVIERA - Le grandi sinfonie di Beethoven per il «Concerto di Primavera», sabato 12 maggio alle 17.30 a Villa Alba di Gardone Riviera. Ingresso libero.

 

Il tradizionale Concerto di Primavera inaugura la sesta edizione del Festival d’area “Suoni e Sapori del Garda”. Anche quest’anno, la Brixia Symphony Orchestra sarà la protagonista del primo appuntamento del Festival.

Sul palco a dirigere la Brixia Symphony Orchestra ci sarà il maestro Serafino Tedesi, al quale l’ideatrice del Festival Giovanna Sorbi, recentemente scomparsa, ha lasciato l’onore e l’onere di continuare il percorso artistico da lei intrapreso, riconoscendone la stessa passione e visione musicale.

Il programma è fondamentalmente un omaggio alla maestosità della musica di L. V. Beethoven e prevede l’esecuzione integrale Sinfonia n. 1 op. 21, la Romanza n. 2 in Fa maggiore op 50 per violino e orchestra e il 3° e 4° movimento della sinfonia n. 5 op 67; il violino solista sarà il maestro Igor Della

La Sinfonia n. 1 fu composta da Ludwig van Beethoven fra il 1799 e 1800. Fu eseguita per la prima volta il 2 aprile 1800 al Burgtheater di Vienna.
Beethoven si avventurò relativamente tardi nel mondo sinfonico: all’età in cui finì ultimò la sua prima, Wolfgang Amadeus Mozart ne aveva già composte trentasei, e Joseph Haydn quasi venti. Era perciò ben lontano da una maturazione stilistica paragonabile a quella dei suoi predecessori. Questa sinfonia è un’opera dall’identità incerta, divisa tra i riferimenti al passato e l’incombenza di un futuro che si lasciava intuire solo a tratti.

La Romanza in Fa Maggiore Op. 50 n. 2 fu composta nel 1802 da Ludwig van Beethoven.
Tra le prime composizioni di Ludwig van Beethoven sotto forma di concerto, figurano le due romanze composte entrambe nel 1802: la Romanza per violino e orchestra n. 1 in sol maggiore op. 40 e la Romanza per violino e orchestra n. 2 in fa maggiore op. 50.
Queste romanze mettono in luce una nuova impostazione del concerto fino ad allora rimasto invariato e influenzato ancora dalle composizioni di W.A. Mozart e dei suoi contemporanei. Le due romanze precedono di poco le composizioni che daranno lo stampo beethoveniano del futuro concerto

La Sinfonia n. 5 in do minore Op. 67 fu composta da Ludwig van Beethoven fra il 1807 e l’inizio del 1808. Fu eseguita per la prima volta il 22 dicembre 1808 al Theater an der Wien, in una serata musicale che non ebbe particolare successo, forse a causa del freddo e della lunghezza del programma. I primi abbozzi dell’opera risalgono in realtà al 1804. Si tratta, in effetti, del lavoro sinfonico di Beethoven che ebbe la gestazione più lunga e travagliata (si pensi che i primi abbozzi nascono quando l’autore stava ancora lavorando alla Sinfonia n. 3, mentre la conclusione del lavoro si intreccia con la composizione della Sinfonia n. 6).
Il terzo e quarto movimento della sinfonia sono uniti fra loro senza praticamente soluzione di continuità, una scelta musicalmente piuttosto rara per l’epoca.

Al termine degustazioni di olio e vino offerte dal Consorzio Olio Garda Dop e dalla Strada dei Vini e dei Sapori del Garda. Ingresso libero sino ad esaurimento dei posti disponibili.

L’imponente profilo neoclassico di Villa Alba.

 

Il Festival d’area  “Suoni e Sapori del Garda” va in scena per il sesto anno consecutivo sulla splendida riva bresciana del Benaco, grazie al coordinamento della  Comunità del Garda, in collaborazione con  il Consorzio Lago di Garda Lombardia, l’Associazione La Melagrana, la Fondazione Provincia di Brescia Eventi, la Fondazione Asm Brescia, il sostegno della Strada dei Vini e dei Sapori del Garda e del Consorzio Olio Garda dop, dei comuni di Gardone Riviera, Calvagese della Riviera, Gargnano, Gavardo, Lonato del Garda, Moniga del Garda, Muscoline, Puegnago del Garda, Salò, San Felice del Benaco, Tignale, Toscolano Maderno, e il progetto artistico Infonote, con la direzione artistica di Serafino Tedesi.

Serafino Tedesi, direttore artistico di Suoni e Sapori del Garda 2018.

 

La Comunità del Garda, unico organismo rappresentativo dell’intera regione benacense, concorre alla realizzazione e all’organizzazione dell’evento: un circuito di spettacoli inseriti in un unico cartellone, con il diretto coinvolgimento di Comuni afferenti all’intero bacino lacustre e al suo immediato entroterra. Il progetto negli anni si è affermato come appuntamento periodico e continuativo, ampliandosi  e riscuotendo ampio successo di pubblico e critica.

Anche in  questa edizione, dopo il positivo riscontro dell’edizione 2017 , verranno abbinati ad alcuni eventi visite guidate ai luoghi del festival e degustazioni di vini, oli e prodotti del territorio, grazie alla fattiva collaborazione con l’Associazione La Melagrana, la Strada dei Vini e dei Sapori del Garda e del Consorzio Olio Garda dop.

Leggi qui per il programma completo del festival.

Brixia Symphony Orchestra
Gli archi della Brixia Symphony Orchestra

 

 

I commenti sono chiusi.