La mediazione scolastica fra pari

SALÒ – Giovedì 16 maggio a Salò, in Sala dei Provveditori, il convegno dal titolo “La mediazione scolastica tra pari. I conflitti tra i bambini e i giovani nella società di oggi”. Un'opportunità per insegnanti e genitori.

Il convegno (14-18.30) è rivolto principalmente agli insegnanti, ma è aperto a tutti coloro, che intendono approfondire il tema della mediazione, che sembra ora più che mai divenuta un’urgenza in una società in cui il dialogo sembra ormai assente.

Ilaria Marchetti, Presidente dell’Istituto di mediazione famigliare e sociale di Brescia così spiega le ragioni di questo convegno che ha radici in un progetto concretizzatosi sul territorio gardesano: ”Mediare a scuola significa innanzitutto pensare che i litigi fra le persone facciano parte della vita e che la scuola sia il secondo luogo, dopo la famiglia, in cui si può imparare ad affrontarli”.

Il progetto di mediazione scolastica fra pari grazie al contributo dell’ente locale e dell’associazione Soroptimist Salò Alto Garda Bresciano, ha messo radici a Salò nel 2013 e a Lonato nel 2016. Da allora nelle scuole primarie dei due comuni gli alunni formati sono mediatori dei conflitti fra i loro compagni di scuola. I mediatori non decidono chi ha torto o ragione, ma aiutano i compagni a parlarsi e a trovare un accordo che permetta loro di convivere. Non serve a diventare tutti amici o a fare la pace ma serve a imparare il rispetto anche quando l’altro non la pensa come te.”

Il seminario del 16 maggio, organizzato e voluto dall’Università Cattolica, dall’associazione Soroptimist e dall’Istituto di mediazione Famigliare e Sociale di Brescia, sarà un momento di confronto e racconto dell’esperienza fatta, accompagnato dalla voce di autorevoli personaggi del mondo dell’educazione, della formazione e della giurisprudenza.

Tra i relatori vi saranno: Massimo Pagani, Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza della Lombardia, Mario Maviglia, già Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Brescia, Giancarlo Tamanza, professore presso l’Università Cattolica di Brescia, l’avvocato Barbara Botti, Fiorella Sangiorgi, Dirigente Scolastica, Ilaria Marchetti, Massimo Lussignoli e Carlo Pistoni dell’Istituto di mediazione famigliare.

È aperto a tutti con particolare attenzione a insegnanti, mediatori e genitori interessati. Gratuito ma con iscrizione obbligatoria al seguente link: www.mediazionebrescia.it/convegno

Per informazioni: [email protected]

 

I commenti sono chiusi.