Il capitale gardesano: uomini, terre, arte, lavoro

0

SALÒ – L’Ateneo di Salò celebra 450 anni di storia con un folto calendario di eventi culturali. Primo appuntamento sabato 20 con lo storico dell’arte Philippe Daverio.

Sarà Philippe Daverio (nella foto)  l’ospite  della serata inaugurale delle celebrazioni per i 450 anni dell’Ateneo di Salò, sabato 20 settembre alle ore 20,30 presso l’I.T.C Battisti di Salò, Via Bezzecca (ingresso libero fino ad esaurimento dei posti).

Il noto giornalista e storico dell’arte converserà su “Il capitale gardesano: uomini, terre, arte, lavoro”. La serata è promossa in collaborazione con il GAL Garda-Valsabbia.

Si apre così una lunga stagione  di manifestazioni, che terminerà nella primavera 2015, con le quali l’Ateneo di Salò, a 50 anni dal congresso per i suoi 400 anni sul tema “Il Lago di Garda, storia di una comunità lacuale”, vuole sottolineare la propria ininterrotta funzione culturale. Saranno dibattiti, tavole rotonde, eventi teatrali e musicali,  dedicati tutti al Benaco, inteso come bacino sostanzialmente unitario, con l’obiettivo di cogliere quanto di nuovo si è prodotto negli ultimi cinquant’anni nella ricerca storico-umanistica, tecnico-scientifica, socio-economica, avendo cura di ipotizzare possibili linee  prospettiche.

Saranno affrontati anche temi che non furono trattati nel congresso di cinquant’anni fa: ad esempio il fenomeno turistico, lo sviluppo urbano, l’ambiente e il paesaggio, la biosostenibilità del bacino gardesano nelle previsioni di un futuro a medio termine.

A relazionare  sono chiamati docenti universitari italiani ed europei, alcuni dei quali di provenienza benacense, nonché esponenti della cultura bresciana e nazionale.

Si allestiranno supporti didattico-informativi ai temi che verranno affrontati, utilizzando le  nuove tecnologie della comunicazione. Sono, inoltre, in pubblicazione testi di personaggi dei secoli passati, che fecero parte dell’Accademia salodiana.

Le manifestazioni sono organizzate in collaborazione con il Comune di Salò e la Comunità del Garda e godono del sostegno  dell’Ateneo di Brescia, delle Università di Brescia, della Fondazione della Comunità Bresciana, del Rotary Club Salò-Desenzano.

L’Ateneo di Salò è  l’istituzione culturale più longeva dell’intera area benacense, una delle più antiche  di Lombardia, Veneto e Trentino. Nato il 25 dicembre 1810 per decreto napoleonico, è l’erede  diretto, senza soluzione di continuità,  dell’Accademia “Unanime” istituita a Salò il 20 maggio 1564, giorno consacrato a S. Bernardino da Siena. Dell’antica Accademia ha mantenuto inalterati attraverso i secoli, nonostante le infinite vicissitudini della storia, i principi  dei fondatori  e la sollecitudine nella promozione e conservazione dell’immenso patrimonio culturale della zona. Non più cenacolo di pochi eletti, ma sempre selezionata accolita di  uomini  e donne che hanno a cuore  le  lettere e le arti, ma anche  il futuro e lo sviluppo del Benaco tutto.

Realtà e prospettive

Spiega il presidente dell’Ateneo Giuseppe Mongiello: «Cadendo quest’anno il 450° anniversario di fondazione, l’Ateneo celebra la propria ininterrotta funzione culturale con manifestazioni che colgono quanto di nuovo si è prodotto negli ultimi decenni nella ricerca storico-umanistica, tecnico-scientifica, socio-economica ipo­tizzando anche possibili linee di prospettiva.

Non saranno trascurati, insieme alle più classiche discipline umanistiche, aspetti quali il fenomeno turistico, l’ambiente e il paesaggio, la biosostenibilità nel bacino gardesano. A relazionare sugli argomenti sono chiamati docenti universitari italiani ed esponenti della cultura bresciana. Taluni docenti hanno compiuto i loro studi presso il Liceo statale “E. Fermi” di Salò, istituto che celebrerà i suoi 50 anni di vita, in collaborazione con l’Ateneo, nel 2015. Con le celebrazioni di quest’anno, si apre per l’Ateneo di Salò un nuovo corso di studi e di ricerche che interessano l’intera area. Ciò accresce la sua responsabilità e lo sprona a sviluppare ampie aperture in totale sinergica condivisione con le realtà istituzionali del territorio».

Il calendario

Sabato 20 settembre 2014, ore 20,30

Salò, Auditorium “P. Ceccato” – I.T.C. “Battisti”

(Via Bezzecca)

APERTURA DELLE CELEBRAZIONI

– Saluto delle Autorità

– Presentazione del programma delle celebrazioni

– “Il capitale gardesano: uomini, terre, arte, lavoro”

conversazione di Philippe Daverio

 

Venerdì 3 ottobre, ore 18,00

Salò, Palazzo Comunale, Sala dei Provveditori

(Lungolago Zanardelli)

Un umanista rinascimentale salodiano:

Bongianni Gratarolo. Le tragedie “Altea, Astianatte

e Polissena”, a cura di Riccardo Sessa (ricercatore)

Interviene Roberto Gazich (grecista)

 

Venerdì 17 ottobre, ore 18,00

Salò, Palazzo Comunale, Sala dei Provveditori

(Lungolago Zanardelli)

Presentazione del libro di Michela Valotti

Il Garda e il Novecento. Momenti e ricognizioni

nell’arte della prima metà del secolo” a cura di

Valerio Terraroli (Università di Verona)

 

Venerdì 24 ottobre, ore 18,00

Roè Volciano, Palazzo Comunale,

Sala Riunioni (via G. Frua)

Viaggio in valle Sabbia: “tra storia, arte e paesaggio”

Interventi di Alfredo Bonomi (Ateneo di Salò),

Giovan Maria Flocchini (Presidente Comunità

Montana Valle Sabbia)

 

Venerdì 31 ottobre, ore 18,00

Salò, Palazzo Comunale, Sala dei Provveditori

(Lungolago Zanardelli)

“L’Ateneo di Salò negli ultimi 50 anni”

Interventi di Renato Cobelli

(Ateneo di Salò), Claudia Dalboni (A.S.A.R.)

 

Venerdì 28 novembre, ore 18,00

Roè Volciano, Palazzo Comunale,

Sala Riunioni (Via G. Frua)

Pietro Bellotti: “Un bresciano tra i maggiori pittori del ‘600

italiano”. Intervento di Luciano Anelli (storico dell’arte)

 

Sabato 29 novembre, ore 16,00

Gardone Riviera, Villa Mirabella

(Via dei Colli, 15)

“Il Lago che verrà” (tavola rotonda): “Economia,

società e dinamiche globali nel Garda del XXI secolo”

Introduce Giovanni Gregorini

(Università Cattolica di Milano)

Coordina Massimo Tedeschi (Corriere della Sera)

 

Sabato 6 dicembre, ore 9,30-12,30

Salò, Palazzo Comunale,

Sala dei Provveditori (Lungolago Zanardelli)

“Una terra e il suo archivio” (convegno).

Coordina Giuseppe Piotti (Gruppo Archivistico A.S.A.R.)

 

Venerdì 6 febbraio 2015, ore 9,30-12,30

Salò, Palazzo Comunale, Sala dei Provveditori

(Lungolago Zanardelli)

“Il Garda e le arti” (convegno). Coordina Valerio Terraroli

(Università di Verona)

 

Sabato 7 marzo, ore 9,30-12,30

Salò, Palazzo Comunale, Sala dei Provveditori

(Lungolago Zanardelli)

“L’umanità esisterà ancora per il 600° dell’Ateneo?”

(convegno). Coordina Alfredo Marzocchi

(Università Cattolica di Brescia)

 

Venerdì 20 marzo, ore 9,30-12,30; 14,30-18

Salò, Palazzo Comunale, Sala dei Provveditori

(Lungolago Zanardelli)

“Le economie del lago: secoli XV-XIX” (convegno)

Coordinatori: Sergio Onger ed Enrico Valseriati

(Università Statale di Brescia)

 

Lunedì 30 marzo, ore 9,30

Salò, Palazzo Comunale, Sala dei Provveditori

(Lungolago Zanardelli)

“Antologia di poeti tedeschi tra Otto/Novecento ispiratisi al Garda” di Nìkola Grossbach

Presenta Lucia Mor (Università Cattolica di Brescia)

 

Una serie di altri eventi sono in via di definizione per il 2015 sui seguenti temi:

– Il Garda e la musica, a cura di Enrico Raggi

– Il Garda degli scrittori, a cura di Pietro Gibellini

– Le parlate del Garda, a cura di Alfredo Rizza

– Il Garda e la Prima Guerra Mondiale (A.S.A.R.)

– Le acque del Garda a cura della Comunità del Garda

– Il Medioevo e il Garda, a cura di Gabriele Archetti

bibbia ateneo
Capolettera miniato di una preziosa Bibbia del sec. XII conservata all’Ateneo salodiano.

Lascia una risposta