Depuratore, acqua pubblica, basta veleni… Se ne parla a Gavardo

GAVARDO - Martedì 14 maggio a Gavardo un incontro promosso dal comitato GAIA Gavardo Ambiente Informazione Attiva su alcuni temi caldi sul fronte ambientale. 

Si parlerà di Acqua Pubblica, per capire dopo un anno e dopo l’importante risultato del referendum bresciano quali sono state le ripercussioni a livello politico e sociale per capire cosa ci si può aspettare nell’immediato futuro e se davvero il far rimanere l’acqua un bene pubblico sia un traguardo raggiungibile dopo un referendum nazionale e uno locale. Se ne parlerà con Mariano Mazzacani, presidente del Comitato Acqua Pubblica Brescia.

Si parlerà anche del progetto del Collettore del Garda. Ad un anno di distanza molto è cambiato al riguardo e dalla discussione in merito al senso della collocazione del mega depuratore del Garda a Visano ora si è arrivati a discutere sul senso della scelta di Gavardo e del fiume Chiese. Con l’Ing. Stefano Guarisco di Visano Respira si ripercorrerà la storia di questo progetto e quali siano le possibili soluzioni tecniche alternative a quanto proposto da Acque Bresciane e duramente contestato da istituzioni locali, dalla cittadinanza e dai comitati ambientali locali come il nostro.

Verrà anche illustrata brevemente l’azione del Comitato GAIA in questo anno con una particolare attenzione agli incontri avuti con il Commissario Prefettizio del Comune di Gavardo non solo relativamente alla questione relativa al mega depuratore del Garda, la cui realizzazione è prevista a Gavardo

Sarà presente anche Stefania Baiguera del Tavolo Basta Veleni, a cui GAIA ha aderito, che illustrerà l’anno di iniziative poste in atto dal tavolo sulle diverse problematiche presenti in provincia di Brescia e illustrerà le prossime iniziative in campo.

“Il comitato GAIA – spiega il presidente del Comitato, ing. Filippo Grumi – ha organizzato questa assemblea pubblica proprio perché ritiene che i cittadini siano informati sulle tematiche ambientali che non possono certo essere parte minimale della campagna elettorale gavardese e bresciana in generale.

I commenti sono chiusi.