Il Cerchio della vela

BRESCIA - La promozione della vela tra i ragazzi delle scuole navigherà grazie al "Cerchio della Vela" progetto co-promosso dall'Ufficio Scolastico Territoriale di Brescia, in collaborazione con l’Istituto di credito UBI Banca e il Circolo Vela Gargnano.

L’iniziativa intende promuovere una serie di attività sportive che consenta ai più piccoli di avvicinarsi allo sport della vela. Entro il termine dell’anno scolastico 2018-2019 verranno assegnati 15 corsi vela gratuiti per studenti delle scuole primarie organizzati dal Circolo Vela Gargnano.

Tre corsi saranno assegnati alle scuole primarie di Gargnano, Monte Gargnano e Tignale mentre 12 corsi saranno assegnati ad altrettanti bambini provenienti dalle altre scuole del territorio bresciano che parteciperanno alla selezione.

L’iniziativa è riservata a tutte le classi delle scuole primarie di Brescia e provincia e la partecipazione è gratuita. Per cogliere questa opportunità i bambini dovranno realizzare un disegno, su carta o cartoncino con dimensione massima di un foglio A4 (formato orizzontale). L’elaborato dovrà contenere i tre seguenti elementi: “acqua, barca, bambino” e potrà essere realizzato con tecnica libera (matite colorate, pastelli, acquarelli, tempera, pennarelli, collage, ecc.). Il disegno dovrà riportare sul retro il titolo del disegno, la classe e l’Istituto, un numero di riconoscimento e un recapito telefonico.

Gli elaborati dovranno essere spediti o consegnati dalle famiglie / scuole entro e non oltre il 7 giugno 2019 presso la sede del Circolo Vela Gargnano in Bogliaco, Via Conte Alessandro Bettoni n. 23, C.A.P. 25080.

La valutazione degli elaborati sarà a carico di una giuria del Circolo Vela, che renderà noti i risultati entro il 16 giugno 2019 mediante affissione all’albo del Circolo Vela Gargnano, nonché sul sito internet www.centomiglia.it. La giuria assegnerà 15 corsi vela: 3 per le scuole di Gargnano e 12 per le scuole di Brescia e provincia. Qualora uno dei vincitori fosse impossibilitato a partecipare, il premio sarà assegnato al primo bambino non premiato in graduatoria.

Il corso potrà essere scelto tra quelli organizzati dal Circolo Vela Gargnano nelle seguenti settimane: 24/06-28/06, 08/07-12/07, 22/07-26/07, 05/08-09/08, 19/08-23/08.

I disegni pervenuti rimarranno esposti presso la sede del Circolo Velico Gargano fino al 15 settembre, anche in occasione della Centomiglia del Garda – in agenda il 7/8 settembre 2019 – e della Children Wind Cup, e potranno essere utilizzati per finalità istituzionali del Circolo stesso.

 

Tra le altre iniziativa si segnala anche la “Children Wind Cup”, festa della vela dedicata ai bambini dei reparti di onco-ematologia pediatrica degli Spedali Civili di Brescia, in programma il 15 settembre, giornata finale della grande festa sportiva che culminerà con le regate della 69° Centomiglia e dei Campionati Italiani Classi Olimpiche.  

“La promozione dello sport e della cultura di sani stili di vita attivi” –  ha sottolineato Stefano V. Kuhn, Direttore Macro Area Territoriale Brescia e Nord Est di UBI Banca “sono fattori chiave sui quali abbiamo condiviso da tempo una proficua strategia di collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Brescia. Una vela che si fa anche solidale, regalando sorrisi a tanti bambini e alle loro famiglie”.

“Il Circolo Vela Gargnano, oltre all’attività sportiva legata ad eventi e regate di livello internazionale, ha deciso di puntare ancora di più sui giovani, sull’ambiente e sull’impegno nel sociale, sempre in favore dei più piccoli e dei meno fortunati”  ha raccontato  Lorenzo Tonini, Presidente del Circolo Vela Gargnano – così è nato così “Il cerchio della vela“, che Sandro Pellegrini, nostro socio, giornalista e firma storica della vela non solo gardesana, ha definito come il cerchio che racchiude tutto quanto la vela sa promuovere, dalla pratica della disciplina sportiva alla promozione, ai progetti legati alla tecnologia, all’ambiente, dalla stessa scuola di vela ai traguardi olimpici, dalle scuole elementari e medie del territorio all’Università, dall’ambito sociale con atleti con disabilità. Un Cerchio che vuole mettere al centro le persone, tutte pronte a veleggiare”.

 

 

I commenti sono chiusi.